Celtic League - Gli Aironi credono nell'Italian job

Aironi_XV_Ospreys.jpg


Una formazione dal sapore molto tricolore quella che Franco Bernini presenterà sabato a Swansea nel quarto turno della Celtic League. Contro i campioni in carica degli Ospreys, infatti, gli Aironi lasciano a riposo chi ha tirato la carretta nei primi tre punti e danno spazio agli azzurri Bocchino e Wilson in mediana.


Foto per gentile concessione Getty Images - Aironi Rugby

Lo staff tecnico ha deciso di dare un turno di riposo ad alcuni dei giocatori che nelle prime tre uscite hanno accumulato un minutaggio maggiore, rimescolando così le carte dopo la sconfitta in casa degli Scarlets. Per la seconda trasferta gallese in otto giorni, coach Franco Bernini ha quindi optato per un XV con due soli giocatori stranieri in campo dal primo minuto. Si tratta di Danwel Demas, che dopo il positivo esordio della scorsa settimana si sposta dall'ala a estremo, e di Gareth Krause, che da flanker passa a numero 8 al posto di Nick Williams, autore della meta degli Aironi nel finale della gara di Llanelli.
Tra i trequarti torna all'ala Giulio Toniolatti, mentre vengono confermati sia Rubini sulla corsia opposta che la coppia di centri Pizarro-Pavan. Completamente inedita la mediana, tutta giovane e italiana con Bocchino apertura e Michael Wilson mediano di mischia, entrambi classe '88 ed entrambi al debutto da titolari. Con Krause spostato a numero 8, la terza linea sarà completata da Benatti e da Josh Sole, pure lui al rientro da titolare dopo lo spezzone di gara contro l'Ulster di due settimane fa. Prima da titolare anche per Marco Bortolami, che prende il posto di Del Fava in seconda linea al fianco del capitano Geldenhuys. In prima linea spazio a Redolfini come pilone destro con Perugini stabilmente a sinistra, mentre Ferraro parte titolare con Ongaro in panchina, dove gli altri uomini di prima linea sono Alberto De Marchi e Ulises Gamboa, tesserato in settimana e subito a disposizione di coach Bernini. La panchina è completata da Furno, Cattina, Canavosio, Laharrague e Benettin.
Chi conosce bene gli Ospreys è Rowland Phillips, allenatore della difesa degli Aironi e in passato parte del coaching staff della franchigia gallese nei primi anni di Celtic League: "Ci sono molte similarità tra quello che stiamo vivendo agli Aironi e quella che era la situazione degli Ospreys circa 8 anni fa - spiega Phillips, già coach della Nazionale gallese -. Una nuova squadra, molti nuovi giocatori da amalgamare e diversi problemi da risolvere proprio come fu agli Ospreys, dall'identità della squadra ai giocatori e lo staff che devono iniziare a lavorare come un unico gruppo verso un obiettivo comune. Noi stiamo passando attraverso questo periodo ma possiamo essere contenti per come tutti lavorano duro e per la voglia e la concentrazione con cui lo fanno".
Phillips presenta poi la partita di sabato: "Il Liberty Stadium non è certo il posto più facile in cui andare a fare risultato (i gallesi non perdono in casa dal 18 settembre 2009, n.d.r.). Gli Ospreys sono una squadra dal talento incredibile con un sacco di giocatori di esperienza internazionale, tanto che sono sempre tra le favorite per la vittoria finale. Andare a giocare in casa loro nella seconda trasferta consecutiva dopo aver affrontato gli Scarlets servirà a testare la nostra attitudine e la nostra forza mentale, la capacità di tenere alta la concentrazione. Il nostro obiettivo è quello di migliorare partita dopo partita. Abbiamo fatto molto bene con Munster, abbiamo fatto cose buone, anche se in misura minore, contro l'Ulster mentre la partita con gli Scarlets è stato un passo indietro. Ora dobbiamo invece ricominciare a guardare avanti".


Aironi
15 Danwel Demas; 14 Giulio Toniolatti, 13 Gilberto Pavan, 12 Gabriel Pizarro, 11 Giulio Rubini; 10 Riccardo Bocchino, 9 Michael Wilson; 1 Salvatore Perugini, 2 Luigi Ferraro, 3 Luca Redolfini; 4 Marco Bortolami, 5 Quintin Geldenhuys (cap); 6 Andrea Benatti, 7 Josh Sole, 8 Gareth Krause.
In panchina: 16 Leonardo Ulises Gamboa, 17 Fabio Ongaro, 18 Alberto De Marchi, 19 Joshua Furno, 20 Nicola Cattina, 21 Pablo Canavosio, 22 Julien Laharrague, 23 Alberto Benettin.


Macchianera Blog Awards: Rugby 1823 candidato miglior blog sportivo 2010. Votate qui!

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: