Celtic League - Treviso immenso! Battuto Leinster

treviso-leinster-post.jpg

Treviso immenso allo Stadio di Monigo e Leinster che viene clamorosamente battuta per 29-13. Un match sotto il diluvio, una partita in cui i veneti esigevano il rispetto e, invece, portano a casa una vittoria meritatissima, dove difendono ogni pallone e sfruttano tutte le occasioni per andare a punti. Man of the match sicuramente Manoa Vosawai, ma da sottolineare le prestazioni di Burton, Botes e Williams.

Sotto un diluvio infinito il match inizia nel peggiore dei modi possibili. Prima occasione per gli ospiti e il Leinster va in meta con Nacewa che finalizza al largo un'azione veloce degli irlandesi. Due minuti e il match sembra già mettersi malissimo. Ma la doccia gelata invece di bloccare Treviso sveglia i giocatori di casa che riprendono la partita piazzando subito tre punti. Con la pioggia il controllo dell'ovale non è facile, entrambe le squadre commettono errori, ma Treviso trova prima un drop con Burton e poi un altro piazzato di Botes per portarsi in testa al 17' del primo tempo. Con il sorpasso il Leinster riprende a spingere, la superiorità al largo diventa evidente, ma gli irlandesi non finalizzano, Nacewa sbaglia un paio di piazzati e Treviso, seppur a fatica, mantiene il vantaggio minimo mentre passano i minuti. Se Leinster fa la partita, sono i difensori di Treviso, in special modo le terze linee, a non lasciare spazi agli ospiti e a placcare benissimo in ogni parte del campo, mentre palla in mano è da sottolineare la buona capacità di Burton di trovare touche importanti con il piede. Ed è proprio Burton che smuove di nuovo il tabellino a pochi minuti dalla fine del primo tempo, quando piazza il secondo drop di serata che porta Treviso sul 12-7, ma Nacewa a tempo scaduto accorcia per il 12-10 finale.
Non cambia la musica nella ripresa, con Leinster e Treviso che cambiano la vetta con i piedi di Nacewa e Botes fino al 55', quando Luke McLean sfonda di potenza e rabbia la difesa irlandese andando a schiaccare la prima meta veneta e il primo break dell'incontro. Il vantaggio dà fiducia a Treviso, mentre Leinster inizia ad avere paura e a non costruire più nulla. Il match cresce d'intensità, gli irlandesi provano a guadagnare metri, Treviso difende e i singoli si mettono in evidenza. I cambi non cambiano la situazione e il match arriva a un quarto d'ora dalla fine con Treviso che avrebbe la migliore occasione per andare in meta. A riaprire la partita, però, ci pensa Leonardo Ghiraldini a pochi minuti dalla fine, quando provocato da un avversario reagisce con un pugno e viene espulso temporaneamente. Il finale è una sofferenza unica, Leinster sbaglia l'ennesimo piazzato, ma in superiorità è un dominio degli irlandesi negli ultimi 5' di partita. Ma Treviso difende in maniera eroica e a un minuto dalla fine Leinster perde palla, Botes calcia lontano, Williams corre come una lepre e schiaccia in meta regalando la vittoria a Treviso.
Cosa resta di questo match, oltre allo storico successo, parlando dei singoli? Un immenso Vosawai sia in difesa sia palla in mano, un ottimo Burton al piede, una giocata spettacolare di Brendan Williams che prende in giro metà trequarti irlandese e Titta Casagrande, che zittisce più volte il collega Mazzocchi alle prese con seri problemi di regolamento, sportività, logopedia e inglese!

BENETTON TREVISO – LEINSTER 29-13
Sabato 18 settembre, ore 19.05 - Stadio di Monigo
Treviso: 15 Brendan Williams, 14 Joseph Maddock (73' Galon), 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Luke McLean (74' Vidal), 10 Kristopher Burton, 9 Tobias Botes, 8 Manoa Vosawai (73' Derbyshire), 7 Alessandro Zanni 6 Robert Barbieri, 5 Corniel Van Zyl, 4 Valerio Bernabò (46' E. Pavanello), 3 Lorenzo Cittadini (61' Di Santo)), 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Ignacio Fernandez Rouyet (50' Sbaraglini). 
Leinster: 15 Rob Kearney, 14 Isa Nacewa, 13 Eoin O'Malley, 12 Gordon D'Arcy (57' McFadden), 11 Luke Fitzgerald, 10 Ian Madigan, 9 Eoin Reddan (68' Boss), 8 Sean O'Brien, 7 Shane Jennings (capt), 6 Rhys Ruddock, 5 Ed O'Donoghue, 4 Nathan Hines (73' Galarza), 3 Mike Ross (65' Shawe), 2 John Fogarty (47' Strauss), 1 Cian Healy (57' van der Merwe).
Arbitro: Peter Allan (SRU)
Marcatori: 2' m. Nacewa tr. Nacewa, 5' cp. Botes, 12' dr. Burton, 17' cp. Botes, 37' dr. Burton, 40' cp. Nacewa, 42' cp. Nacewa, 50' cp. Botes, 55' m. McLean tr. Botes, 79' m. Williams tr. Botes
Cartellini gialli: 73' Ghiraldini

Macchianera Blog Awards: Rugby 1823 candidato miglior blog sportivo 2010. Votate qui!

  • shares
  • Mail
100 commenti Aggiorna
Ordina: