Eccellenza - I club si ribellano e Dondi è pronto alla retromarcia

eccellenza_sabato.jpg

L'aveva anticipato questa mattina il Corriere dello Sport e la conferma è arrivata all'inizio della presentazione del nuovo Campionato d'Eccellenza avvenuta a Milano. I club dell'ex Super 10 vogliono tornare a giocare di sabato e si ribellano alla decisione della Fir di spostare il campionato la domenica. E dalle parole di Dondi a Milano un'apertura sembra esserci. Sembra.

Foto per gentile concessione di Elena Barbini - Petrarca Padova

Lo avevamo sottolineato fin da subito, quando uscirono i calendari lo scorso luglio. Giocare di domenica è un suicidio mediatico e svuota i già vuoti stadi ovali. La concomitanza con il dio calcio oscura sui media il rugby, la concomitanza nelle grandi città (Parma, Roma, ma anche Firenze/Prato) tra Serie A ed Eccellenza porta a una convivenza difficile e la concomitanza tra l'Eccellenza e i campionati juniores e minori svuota gli stadi. E i club non potevano essere d'accordo.
Dondi e la Fir, invece, non volevano, e non vogliono, concomitanze tra Celtic League e campionato italiano e, quindi, ecco che hanno spostato il campionato di domenica. Dimenticando che il 90% dei match celtici si giocano di venerdì o sabato sera. Quindi dov'è la concomitanza?
Ed ecco la parziale retromarcia. Al momento si gioca di domenica (salvo anticipi ad hoc il sabato alle 15) e appena uscirà il calendario celtico per il 2011 si faranno collimare le date. Non si potrebbe iniziare a giocare tutte le partite di sabato e riproporre il problema con l'anno nuovo? Bah...

  • shares
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: