Sud Africa - Jake White si candida alla panchina Springboks

jake_white.jpg

Un ritorno al passato e una facile battuta "Black & White" sono le ultime notizie che giungono dal Sud Africa. Mentre, come abbiamo già riportato più volte, è sempre più in bilico la posizione di Peter de Villiers, colpevole di una stagione disastrosa e di dichiarazioni anche peggiori, ecco che l'ex coach del Sud Africa si candida a guidare i campioni del mondo alla prossima avventura iridata.

Jake White, l'eroe che tre anni fa guidò gli Springboks in cima al mondo, non ha mai amato il collega Peter de Villiers ed è stato un suo strenuo oppositore fin dall'insediamento di quest'ultimo sulla panchina del Sud Africa. Ma ora, dopo cinque sconfitte su sei match, un tour autunnale mediocre e un tour estivo non convincente, White non è più solo in questa battaglia. E sferra il colpo del ko.
"Non sopporto di vedere gli Springboks giocare in questo modo - ha dichiarato al quotidiano sudafricano The Times -. Sono pronto a guidare il Sud Africa ai prossimi mondiali in Nuova Zelanda se la Saru lo volesse". Niente fair play ovale nelle parole di White, ma un'autocandidatura netta, prepotente. Una candidatura che White ha già proposto al presidente della Federazione sudafricana Hoskins e dal quale non ha ricevuto un no. La Saru dovrà discuterne, il consiglio federale prendere una decisione, ma la posizione di De Villiers non è così sicura perché "quello che abbiamo visto fare agli Springboks negli ultimi 10 mesi fa paura". Parola di Jake White, campione del mondo.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: