Celtic League - La prima delle italiane è anche una vittoria del pubblico

treviso_esaurita.jpg

Non c'è stata solo la vittoria sul campo di Treviso con gli Scarlets a far sorridere l'Italia ovale all'esordio assoluto in Celtic League. Anche i dati forniti dalla lega celtica riguardo le presenze allo stadio premiano la scelta italiana di partecipare alla Magners e le parole di David Jordan ne sono la conferma.

Cinquemila spettatori a Monigo (ma occhio e croce erano anche qualche centinaio in più), quasi ottomila e cinquecento a Cork, miglior risultato in termine di pubblico dell'intera prima giornata. L'esordio di Treviso e Aironi non poteva, quindi, essere migliore e la curiosità e l'interesse per le italiane sembra premiare la scelta del Board di includerci.
I dati parlano chiaro: si parte dai 1.371 spettatori di Galway per Connacht-Newport e si arriva agli 8.426 di Cork per Munster-Aironi. E anche Glasgow "delude", con soli 2.879 spettatori.
Ad accorgersi di ciò anche il gran capo della Magners League, quel David Jordan che da anni ha rincorso le azzurre nel torneo celtico. "Sono stato a Glasgow venerdì sera e il giorno dopo in Italia per vedere il debutto del Benetton. A Treviso ho trovato un carnevale, erano in 5.000 allo stadio, quasi il doppio di quelli visti al Firhill Stadium".

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: