Celtic League - L'Airone Williams torna a casa

williams%202.JPG

Nella rosa degli Aironi c’è una persona per cui quella di sabato sarà una giornata ancor più speciale. Oltre ad essere infatti l’esordio assoluto degli Aironi in Magners League, la trasferta a Cork per affrontare il Munster sarà un ritorno a casa per Nick Williams. Il numero 8 neozelandese ha infatti vestito la maglia rossa della formazione irlandese nelle ultime due stagioni prima di raggiungere gli Aironi.

Con Munster, Williams ha collezionato 19 presenze in Magners League segnando 4 mete, 3 delle quali proprio al Musgrave Park di Cork in una sfida contro i Newport Gwent Dragons.
“Giocando con Munster sai di essere parte di un club storico e ti rendi anche conto di come il solo nome spesso serva ad impaurire gli avversari. Ai miei compagni di squadra dico solo che uno dei nostri vantaggi può essere la nostra imprevedibilità, anche perché Munster non ci ha mai affrontato. Penso che questo sia uno dei punti a nostro favore che dovremmo fare valere”.

Il Musgrave Park di Cork è anche lo stadio in cui realizzasti le tre mete nella partita contro i Dragons.
“Sì, è vero. Era un bel pomeriggio di sole, proprio come quelli di questa settimana a Viadana. In quella partita trovammo ottime piattaforme per lanciare il gioco, la nostra mischia fu veramente brillante e tutto quello che dovetti fare fu semplicemente sfruttare questo lavoro”.

In quale aspetto del gioco gli Aironi potrebbero creare qualche problema al Munster?
“Penso che se riusciremo a disturbare i lanci del loro gioco, e so che siamo in grado di farlo, li disturberemo non poco. Disturbarli in touche e contenere l’avanzamento della loro mischia per non permettergli di lanciare i loro trequarti e farci trovare pronti a contendere palloni nelle ruck sarà il nostro compito”.

La partita contro Northampton di venerdì scorso vi ha aiutato a preparare questa sfida d’esordio in Magners League?
“Penso sia stato molto utile alla squadra confrontarsi prima con le due squadre di Pro D2 in Francia e poi contro le due squadre di Parma. Non butto via nulla di quelle partite. Ma se si parla del livello della competizione, è stato molto utile, soprattutto per i più giovani, confrontarsi con un avversario come i Saints per capire a quale livello si giocherà in Magners League. Dobbiamo iniziare a costruire da questa partita e se i ragazzi sapranno adeguarsi in fretta a giocare ogni settimana a questi ritmi, allora gli Aironi potranno veramente stupire”.

VOTATE RUGBY 1823 BLOG SPORTIVO DELL'ANNO SU BLOGFEST.IT

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: