Rugby League - NRL: Dragons implacabili, gli Eels sognano

NRL_23.jpg

Avevamo già prospettato un cambiamento in classifica nelle ultime giornate, e infatti i Panthers perdono la seconda posizione e scivolano al sesto posto, mentre rimane a cinque squadre la lotta per l’ottavo posto. A due giornate dalla fine, quindi, è apertissima la lotta nel campionato australiano di rugby league, con una ventitreesima giornata ricca di emozioni che ci racconta, come sempre, Simone Martellucci.

Gli Eels tengono a galla le loro speranze di un posto nelle finali battendo i più quotati Broncos. Partita equilibrata fino al 72esimo, quando il veterano Luke Burt inventa una meta scavalcando con un calcetto l’estremo dei Broncos, allungando così di dieci punti il vantaggio sui Broncos; ancora nell’ultimo minuto l’esordiente Antony Mitchell segna la meta del definitivo 30-14. I Broncos risentono molto dell’assenza di Lokyer, infortunatosi nella precedente partita, ed il sostituto Matt Gillet non è all’altezza del grande campione; nei minuti finali i Broncos cercano la meta con il front row Sam Thayday, che gli viene però negata dalla difesa Eels.
Venerdì nero per i Roosters, ancora più nero se sono gli ultimi in classifica, gli Sharks, a battere una squadra pretendente al titolo, nonché per la seconda volta nella stagione! Nonostante la prima meta con intercetto degli Sharks, i Roosters dominano il primo tempo con le mete di Anasta e Kenny-Dowell, ma vanificano altre due possibili mete con Minichiello e Graham, importante anche il contributo di Carney con due 40/20 che tengono i Roosters in attacco. Nei primi dieci minuti del secondo tempo, sono ancora i Roosters che spingono sull’acceleratore, ma questa volta è il video referee ad annullare ben tre mete. Gli Sharks invece tengono bene il campo soprattutto negli ultimi minuti e riescono a capitalizzare due mete per la vittoria.
I Raiders sopravvivono a un’altra difficile partita per la lotta ai play-off; questa volta sono i Bulldogs a mettere in difficoltà il team di Canberra, che riescono a chiudere in vantaggio nel primo tempo. Ma un sorprendente secondo tempo di Croker (autore di 14 punti ed una meta da 90 metri), McCrone e Vidot, aiuta a mantenere vive le speranze dei Raiders per una finale che manca dal 2008.
Tre mete per ogni tempo assicurano una prova con i fiocchi per i Titans contro i Cowboys, impressionanti le prove del centro Michaels autore di due mete, l’estremo Campbell con le sue numerose incursioni e del second row Minichiello che guadagna metri importanti con i suoi hit-up e segna anche una meta. La vittoria e il secondo posto arrivano però con una dolente notizia, e cioè l’abbandono dal rugby giocato di Mat Rogers, la stella di entrambi i codici ha dichiarato di voler ritirarsi al termine della stagione, ma che continuerà il suo lavoro con i Titans, anche se non ha ancora specificato sotto quale forma.
Niente finale a sorpresa questa volta per i Rabbitohs, che dopo aver scippato la vittoria ai Tigers negli ultimi minuti del turno passato, non riescono a ripetersi contro gli Storm. L’ala dei Rabbitohs, Nathan Merrit, va a segno due volte (raggiungendo anche quota 100 mete) nell’ultimo quarto d’ora, per un finale mozzafiato con le squadre a soli due punti di distanza.
Manu Vatuvei, ala dei Warriors e della nazionale neozelandese, mette definitivamente fine alle speranze dei Knights di raggiungere la zona play-off, segnando tre mete e salvandone una, a match ancora aperto. La partita rimane equilibrata per tutto il primo tempo e solo nel quarto d’ora finale i neozelandesi riescono a dominare il campo e a segnare le due mete decisive per la vittoria.
Test fondamentale nel derby dei felini, i Panthers che devono dimostrare di valere il secondo posto conquistato all’inizio del campionato dopo le recenti delusioni e i Tigers che dalla finale del 2005 hanno sempre promesso tanto ma mai dimostrato qualcosa di buono. Sono però i Tigers a dimostrare di essere all’altezza di una possibile finale, dimostrando di essere una squadra più completa, anche con l’ottimo apporto della panchina e con un ritrovato Benji Marshall nei piazzati, con un sette su sette tra i pali.
Grande vittoria dei Dragons sui Sea Eagles; la prima in classifica gioca un rugby di un altro livello per le aquile, dilagando con tre mete nel secondo tempo, dopo una battaglia in equilibrio nel primo. Ma la partita è stata macchiata da due decisioni arbitrali tutt’altro che corrette; la prima sulla marcatura di Gasnier, dove il TMO assegna la meta con beneficio del dubbio, quando si vede chiaramente che il centro dei Dragons perde il contatto della palla al momento di schiacciala in meta; pochi minuti dopo è invece l’arbitro a non accorgersi dell’evidente passaggio in avanti sulla meta del five-eight dei Sea Eagles, Foran.

NRL - Ventitreesimo turno
Broncos v Eels 14-30
Sharks v Roosters 18-12
Titans Cowboys 37-18
Bulldogs v Raiders 14-28
Storm v Rabbitohs 18-16
Warriors v Knights 22-10
Tigers v Panthers 43-18
Dragons v Sea Eagles 32-10

NRL - Classifica

Dragons 34, Titans 30, Tigers 30, Roosters 28, Warriors 28, Panthers 28, Sea Eagles 26, Broncos 26, Rabbitohs 24, Eels 24, Raiders 24, Knights 22, Bulldogs 18, Sharks 16, Cowboys 14, Storm 0.

VOTATE RUGBY 1823 BLOG SPORTIVO DELL'ANNO SU BLOGFEST.IT

  • shares
  • Mail