Tri Nations - Steyn: "Morirei per il Sud Africa!" (quando il problema sono i generali e non i soldati)

lapresse_053007_akl801_nzpa.jpg

Sale ancora di più la tensione tra Frans Steyn e Peter de Villeirs. Dopo il presunto infortunio del trequarti springbok del Racing Metrò che lo ha escluso dal match del Sud Africa di sabato prossimo ecco che Peter de Villiers lo cancella dalla lista dei convocati per tutto il resto del Tri Nations. Lo cancella e lo accusa di non amare la maglia degli Springboks. E a stretto giro di posta ecco la risposta di Steyn.

"Dipendesse solo da me nulla mi tratterrebbe dal vestire la maglia del Sud Africa. Io vivo e morirei per quella maglia e voglio giocare per gli Springboks con tutto il mio cuore. Chiunque mi conosca sa che do tutto per la squadra in cui gioco e vorrei che quando smetto la gente ricordasse che ero uno che faceva la differenza" le parole di Frans Steyn che, poi, rincara la dose. "E' il Racing Metrò a pagare il mio stipendio e mi tratta bene. Non ho un contratto con i Boks. E ora devo sentire che io non avrei a cuore la maglia della mia nazione. Ho chiamato il coach (Peter de Villiers, ndr.) settimana scorsa e gli ho mandato un sms. Gli ho assicurato che voglio giocare per il Sud Africa".
Ora bisogna capire se de Villiers vuole che lui giochi per il Sud Africa o se bisognerà aspettare un nuovo allenatore per rivedere il talento del Racing Metrò con l'antilope sul petto.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: