Eccellenza - L'Aquila nel caos, si dimette il presidente Pasqua

pasqua_dimissioni.png

Che la situazione a L'Aquila non fosse ancora risolta, nonostante le rassicurazioni delle istituzioni, nonostante la volontà della società di creare una rosa minima per partecipare al prossimo campionato d'Eccellenza era evidente. Purtroppo, però, la situazione sembra precipitare e oggi, come si può leggere sul sito de L'Aquila, il presidente Giacomo Pasqua ha rassegnato le dimissioni. Una mossa tattica, un bluff da poker, la consapevolezza che non vi è la volontà delle forze produttive della città di far rinascere la squadra o la fine di un braccio di ferro con chi voleva la sua testa? Non si sa, quello che è certo è che da oggi L'Aquila oltre ai soldi non ha un presidente.

Questa la lettera aperta scritta da Giacomo Pasqua al sindaco de L'Aquila Massimo Cialente.

Signor Sindaco della città dell’Aquila,
facendo seguito ai colloqui intercorsi voglio confermarLe con la presente la mia posizione in merito alla vicenda dell'Aquila Rugby.
Ho sempre considerato la mia quota di partecipazione nella società L'Aquila Rugby 1936 un contributo per tenere vivo uno dei simboli della città e non già un investimento speculativo. Il rugby a L'Aquila è patrimonio della città e tale, per quanto mi riguarda, deve rimanere. Ho profuso energie, tempo e denaro in questa mia esperienza di socio e presidente dell'Aquila Rugby 1936 così come gli altri soci della società.
Come Lei sa i risultati sportivi inferiori alle attese e alle potenzialità della squadra messa in campo nella passata stagione sportiva 2009/2010 hanno generato qualche difficoltà finanziaria alla gestione anche per la disaffezione di alcuni sponsor. Tale situazione mi ha indotto a sollecitare, per tempo, l'attenzione dell'Amministrazione Comunale perchè ho ritenuto di comune interesse tutelare questo patrimonio cittadino che è il Rugby e la sua attuale massima espressione rappresentata dalla società L'Aquila Rugby 1936.
Proprio per tutelare questo patrimonio, come concordato in base alle Sue rassicurazioni ho dato inizio alla attività di allestimento della squadra e dello staff tecnico per il prossimo campionato di top ten. Non avendo ad oggi ricevuto riscontri concreti alle promesse di interventi né da gruppi imprenditoriali né da sponsor, al fine di facilitare l'acquisizione di nuove sponsorizzazioni, il coinvolgimento di nuovi soci, il recupero di precedenti sponsorizzazioni o finanziamenti istituzionali Le confermo, ritenendola utile alla causa la mia disponibilità che diviene oggi volontà di rassegnare le mie dimissioni da Presidente della società.
Ritengo che così Lei possa sollecitare nella Sua funzione di Sindaco della Città un coinvolgimento delle categorie industriali, artigianali, commerciali, imprenditoriali in genere e professionali nonché dei cittadini che potrebbe giovare al rilancio della società tutelando così il Patrimonio che essa rappresenta.
Giacomo Pasqua

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: