Super 10 - Bernini: "Arbitro inadeguato, finale falsata"

bernini-finale.jpg

Postpartita dai due volti quello del Plebiscito di Padova ieri pomeriggio alla fine della finale tra Treviso e Viadana. L'ultimo atto delle due squadre nel campionato italiano è stata caratterizzato da una conferenza stampa molto "buonista" con i protagonisti a farsi i complimenti a vicenda e a smorzare ogni possibile polemica sul nascere. Ma a microfoni spenti i sentimenti erano diversi.

Franco Smith e Franco Bernini si sono presentati davanti ai giornalisti con emozioni diverse, ma nelle parole si sono ritrovati molto più vicini che in campo. Sia Smith sia Bernini hanno fatto i complimenti agli avversari, hanno fatto analisi precise del match, con entrambi d'accordo sull'ottima prova dei mantovani, ma anche sulla netta superiorità dei veneti in mischia chiusa. Anche il capitano di Viadana, Ferraro, ha ammesso che il maggior gioco prodotto dai suoi è stato vanificato dai troppi errori al piede e dall'incapacità di realizzare mete.
Passati ad affrontare il tema arbitri, Smith ha dato un sette a Falzone, sottolineando come anche gli arbitri devono venir aiutati a crescere e come la prova del giovane arbitro sia stata più che positiva. E, in conferenza stampa, anche Bernini era d'accordo.
Ma finita la conferenza, mentre chiacchierava aspettando il terzo tempo, la posizione di Bernini sull'arbitraggio è stata più chiara. Per il coach di Viadana, infatti, Falzone ha influenzato pesantemente la finale, sia assegnando un paio di punizioni a Treviso che non andavano date, in particolare l'ultima del match, e soprattutto ha contestato la meta annullata ai suoi. "Pratichetti ha schiacciato a terra, si è visto nettamente. E, comunque, anche se non c'era, di sicuro c'erano due falli a nostro favore precedentemente e Falzone avrebbe dovuto darci una punizione. Tre punti che erano fondamentali".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO