Rugbymercato - O'Driscoll strizza l'occhio allo Stade Français

ODriscoll-Parigi.jpg

In fondo, se guardiamo bene, è un matrimonio scritto nei nomi. Da un lato lo Stade Français, il club famoso in tutto il mondo per i calendari degli Dieux du Stade (gli dei dello Stade), dall'altro il forte centro irlandese Brian O'Driscoll, cui i tifosi hanno dedicato la frase "In BOD we trust" (crediamo in BOD, chiaro gioco di parole con GOD, Dio). Insomma, la squadra degli dei e il Dio dell'ovale. Un matrimonio perfetto che, a quanto riporta l'Irish Indipendent, potrebbe diventare realtà dopo i prossimi mondiali.

Lo Stade Français, dopo una stagione tribolata, l'anno prossimo si affiderà alle cure di Michael Cheika, guru ovale e attuale allenatore della franchigia irlandese del Leinster. Leinster tra le cui file milita, leader indiscusso, proprio Brian O'Driscoll. Tra i due, come ovvio, c'è un legame molto stretto e il centro irlandese sta valutando se rinsaldare questo binomio anche in futuro.
"Non escludo nulla - ha dichiarato BOD -. In passato avevo valutato l'opzione di andarmene da Leinster, era un brutto periodo per il club, tre allenatori in tre anni. Poi è arrivato Michael Cheika e abbiamo avuto stabilità e risultati". Appunto, Cheika. Colui che ha rilanciato il club di Dublino e che ha risollevato un O'Driscoll che molti credevano ormai finito. Un allenatore cui Brian è molto legato. "Ho ancora 18 mesi di contratto, ma dopo vedremo. Intanto lasciamo che Michael vada a Parigi e poi, se vorrà un vecchio trentaduenne acciaccato, allora potremo parlarne". Insomma, se non è una candidatura ufficiale poco ci manca.

 

Wikio - Top dei blog - Sport

 

facebook_logo.jpg

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: