Rugbymercato - Le franchigie celtiche non attirano, Canale prolunga con Clermont

gonzo-canale-clermont.jpg

Era uno dei motivi principali per andare in Celtic League: riportare in Patria gli italiani impegnati all'estero. La nascita di Treviso e Aironi si era preannunciata come il volano per far tornare gli azzurri attualmente impegnati in Inghilterra e in Francia. E, fino a poche settimane fa, molti di loro sembravano interessati all'opzione celtica. Ma oggi le cose sembrano molto diverse. Inarrivabili Castrogiovanni e Parisse, poco credibili al momento i fratelli Bergamasco (ma la crisi economia dello Stade potrebbe cambiare tutto), al momento l'unico ritorno è quello di Marco Bortolami. E gli altri? Allungano i contratti all'estero.

E' di ieri, infatti, la notizia che anche Gonzalo Canale, che pure nei mesi scorsi si era detto più che interessato a un ritorno in Italia, non è stato attirato dalle sirene di Treviso e Aironi e ha firmato per altri due anni a Clermont. Proprio il centro italoargentino era uno dei più seri candidati a rientrare in Italia in caso di Celtic League, sia per i legami famigliari che lo portano nel Belpaese sia per le sue dichiarazioni dell'ultimo anno, nei quali più volte aveva dichiarato che un ingresso italiano nella lega celtica avrebbe aperto le porte a un suo ritorno.
E la situazione degli altri esuli non appare molto migliore. Matias Aguero aveva detto di non poter aspettare che si sciogliesse il nodo celtico e già da un paio di mesi ha firmato con i Saracens. Da capire, a questo punto, la posizione di Fabio Ongaro, che radiomercato dà di ritorno in Patria, ma che si trova bene in Inghilterra nei Saracens. Con Bayonne quasi salvo (grazie ai guai economici di Montauban), anche Craig Gower e Totò Perugini sembrerebbero intenzionati a restare Oltralpe almeno per un'altra stagione, anche se sono in corso trattative tra i club celtici e i procuratori dei due giocatori.
In casa Racing sembra non muoversi una foglia, anche visti i non idilliaci rapporti tra gli azzurri al servizio di Pierre Berbizier e Nick Mallett e Carlo Checchinato. Insomma, a parte Marco Bortolami parrebbe che i tanto sventolati rientri siano lontani dal divenire realtà. Certo, la partita, soprattutto con il duo di Bayonne, è ancora apertissima, ma si confermasse questo trend sarebbe un primo, piccolo, fallimento celtico.

 

Wikio - Top dei blog - Sport

 

facebook_logo.jpg

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: