Super 10 - Tredicesima giornata: le ultime dalle sedi

s10-13-pre.jpg

Dopo il ghiotto anticipo di ieri sera, che ha visto il Gran Parma "espugnare" il campo del Rugby Parma, si disputa oggi il resto del tredicesimo turno del massimo campionato italiano di rugby. Proprio le due ducali guarderanno con interesse all'altro derby, questa volta veneto, tra Casinò di Venezia e Petrarca Padova, due delle rivali delle emiliane nella corsa ai playoff e alla salvezza. Le altre partite in programma tutte alle 16.00 sono tra Futura Park Rugby Roma e Viadana, Femi CZ Rovigo e Benetton Treviso, Cavalieri Prato e Ferla L’Aquila.

Le ultime dalle sedi, a cura della Federazione Italiana Rugby in collaborazione con gli uffici stampa dei club (questa volta Rugby 1823 si dissocia dai contenuti, dalla forma e dall'italiano del testo riprodotto e si rifiuta di dare un contenuto serio, una forma anche solo dignitosa e un italiano elementare a quello che dovrebbe venir prodotto in maniera quantomeno decente da un ufficio stampa degno di questo nome):

Rugby Roma - Viadana
FUTURA PARK RUGBY ROMA:  I bianconeri dopo la settimana di  lavoro, hanno svolto il consueto “team run” non sciogliendo del tutto le ipotesi sul XV che sarà opposto al Viadana. Per la partita di domani infatti, l’allenatore Carlo Pratichetti dovrà fare a meno degli infortunati Paolo Buso, Tommaso D’Apice, Tino Paoletti (per lui probabile stagione finita), Gabriele Cicchinelli, Riccardo Casasanta e Fabio Gentili. Dopo gli infortuni tornano tra i convocati Lance Persico e Adrien Vigne Donati cui va ad aggiungersi l’ala Diego Varani, rientrato dalla Nazionale Seven. "Ci aspetta una gara difficilissima, ci troveremo di fronte a una squadra che fa del gioco fisico la sua arma migliore –commenta il capitano Valerio Bernabò- noi ci siamo allenati bene e domani non dovremo ripetere gli stessi errori commessi a Rovigo dove abbiamo disputato gli ottanta minuti in modo individuale. Battere la capolista sarà molto arduo ma le nostre chance potremo giocarcele fino in fondo solo giocando di squadra”.
Il probabile XV che scenderà in campo: Gauthier, Varani, Reid, Valcastelli, Manozzi, Freschi, Toniolatti, Saccardo, Persico, Aldridge, Bernabò (Cap.), German, Rawson, Martino, De Gregori. A disposizione: Vigne Donati, Rampa, Pegoretti, Murrazzani, Damiani, Vannini, Rotella, Patrizi.
VIADANA: Viadana in trasferta a Roma con la Futura Park per il 14° turno del Super 10 con la ferma intenzione di conservare il fresco primato in classifica conquistato dopo la vittoria su L’ aquila nel recupero di martedì scorso. “Abbiamo visionato al video la squadra romana– spiega Franco Bernini – che sul proprio terreno è estremamente “rognosa”, hanno vinto con il minimo scarto solo Treviso e Rovigo al Tre Fontane. L’ aggressività della Roma è testimoniata dalla sua classifica, frutto appunto soprattutto di questo grande carattere che mostra solo tra le mura amiche. Individualmente penso che Viadana sia più forte di Roma che presenta solo alcune individualità di rilievo, penso a Toniolatti, all’esperienza di Raineri e alla imprevedibilità di Reid (ex Viadana). Anche la mischia di Roma è abbastanza mobile, ma noi dovremo muovere palla e soprattutto assumere un atteggiamento più consapevole dei nostri mezzi, cosa che in questo campionato ho visto solo a Rovigo e a Parma con la Banca Monte. A questo proposito chiederò ai ragazzi di partire subito al 100% come facciamo di solito nelle gare casalinghe”. Il coach giallonero, dopo aver mostrato il solito savoir faire (rileggete le parti in corsivo), farà del turnover a livello dei tre quarti, dove rientreranno Law e Johansson, mentre staranno a riposo Cox e Harvey. Anche in prima linea ci sarà qualche cambio per far riposare chi ha bisogno e nel frattempo mettere in movimento chi ha fatto pochi minuti, il tutto in un’ottica di programmazione delle performance da qui a fine stagione.
Il XV del Viadana: 15 Clare, 14 Pratichetti, 13 Law, 12 Johansson, 11 Pace, 10 Woodrow, 9 Brancoli, 8 Sole, 7 Krause, 6 Erasmus, 5 Geldenhuys (Cap.), 4 Hohneck, 3 Garcia, 2 Santamaria, 1 Milani. A disp.::16 Ferraro, 17 Sciamanna, 18 Quinnell, 19 persico, 20 wilson, 21 Furno, 22 Sepe, 23 Redolfini. All.: Franco Bernini

Casinò di Venezia - Petrarca Padova
CASINO DI VENEZIA: Al termine del team-run eseguito nel primo pomeriggio, coach Canale non ha sciolto i tanti dubbi sulla formazione da schierare tra titolari e panchina per il delicatissimo derby di Pasqua contro il Petrarca Padova dell'ex-lagunare Presutti. La condizione fisica di alcuni protagonisti ha suggerito al tecnico di Cordoba (ex-direttore sportivo dei padovani) di tenersi cauto nell'ufficializzare il XV, affidando all'ultimo test di domattina la stesura del foglio-gara definitivo.  Certa l'assenza dell'estremo trevigiano Vittorio Candiago (pronto al rientro per la trasferta de L'Aquila), i nodi da sciogliere riguardano la mediana (ballottaggio Prati-Lucchese e Duca-Pilat) e la terza linea, dove  Edoardo Candiago scalpita per tornare titolare ma deve scontare la grande concorrenza di Paschini e Palmer come flanker. Nella linea veloce è in forte dubbio Walter Pozzebon (stiramento muscolare all'adduttore), mentre è tornato col gruppo, dopo l'esordio azzurro al Seven di Hong Kong, l'ala ex-Tarvisium Niccolò Fadalti.
La formazione possibile: Ziegler; Perziano, Van Niekerk, Duca, Fadalti; Pilat, Lucchese (Prati); Wium, Palmer, Paschini (E. Candiago); Van Jarsveeld, Cazzola; Levaggi, Gianesini, McGovern. A disp. Assi, Pipitone, Ursache, E. Candiago (Pachini), Prati (Lucchese), Duca (Pilat), Zorzi, Cafaro.
PETRARCA PADOVA: Petrarca in campo domani alle 16 (arbitro Sironi di Colleferro) per la 13°  giornata del Super 10 (quarta di ritorno). Si gioca sul comunale di Favaro veneto, avversario il Casinò di Venezia. Una gara delicata per la classifica, con i bianconeri alla ricerca di punti in  trasferta, necessari per proseguire la corsa verso i play-off. Il segreto è sbagliare poco", spiega il tecnico Pasquale Presutti, "e quando si hanno le opportunità per chiudere il match, bisogna coglierle al volo. Comunque l´entusiasmo e la volontà di conquistare punti non sono certo venute meno dopo la sconfitta a L´Aquila, siamo tra le tre-quattro squadre che sperano di conquistare le semifinali, e ci crederemo fino alla fine". Infortunati anche Acuna (caviglia) e Chistolini (caviglia anche lui), trovano   posto Innocenti e Filippini nel XV titolare.
Questa la probabile formazione del Petrarca: Spragg, Innocenti, Chillon Ale,
Ambrosio, Faggiotto, Mercier, Leonardi, Padrò, Galatro, Bezzati, Filippini,
Fletcher, Gastaldi, Gatto, Costa Repetto. A disp.: Caporello, Marchetto,
Sclosa, Ansell, Targa, Patrizio, Bertetti.

Femi-CZ Rovigo - Benetton Treviso
FEMI CZ ROVIGO: Nella quarta di ritorno i Bersaglieri tornano a giocare al Battaglini dove è attesa la Benetton Treviso vicecapolista. I bianco verdi sono determinati a vincere per non lasciare scappare l'Msp Viadana, mentre i rossoblu non possono incappare in un passo falso per non rischiare di perdere il terzo posto, attualmente in comproprietà col Petrarca Padova, impegnato con il Casinò di Venezia nell'altro derby veneto.  Nei 121 incontri precedenti tra le due squadre la Femi-Cz l'ha spuntata per 45 volte, incassando 7 pareggi e 69 sconfitte; sulle 57 partite giocate al Battaglini i Bersaglieri si sono imposti in 28 occasioni, capitolando in 27 e pareggiando due volte.
Al termine dell'allenamento di rifinitura il tecnico della Femi-Cz Rugby Rovigo, Umberto Casellato, ha scelto il XV di partenza: 15 Stefan Basson; 14 Pablo Calanchini, 13 Roberto Pedrazzi, 12 Gabriel Pizarro, Andrea Pratichetti; German Bustos, Pietro Travagli; Alejandro Abadie, Mark Burman, Schalk Van Der Merwe; Daniele Tumiati, Tommaso Reato; Giovanni Boccalon, Luke Mahoney, Andrea De  Marchi.   A disposizione: 16 Flavio Damiano, 17 Massimiliano Ravalle, 18 Marco Barion, 19 Younes Anouer, 20 Riccardo Bocchino, 21 Andrea Sartoretto, 22 Andrea Bacchetti, 23 Giuseppe Datola.
Il direttore sportivo Andrea Scanavacca sottolinea l'importanza di riuscire a battere la Benetton per rimanere ancorati al treno play off: "Quest'anno siamo in grado di giocarcela con qualsiasi squadra, anche con il Treviso. Soprattutto se giochiamo in casa". Il ds rossoblù, che individua in Williams l'avversario più temibile, invita quindi il pubblico a sostenere la squadra: "Il vero valore aggiunto è il tifo. Alla squadra servirà tutto il sostegno e il calore che solo Rovigo e il Battaglini sanno dare".
BENETTON TREVISO: Ritorna allo Stadio Battaglini di Rovigo, il Benetton Treviso. Proprio  nel luogo dove il 21 marzo scorso ha alzato la quarta Coppa Italia della sua storia. La sfida è di quelle tradizionali, il derby veneto contro la Femi CZ  Rovigo. Il Benetton è avanti nel computo statistico, ma in Polesine, i  bersaglieri hanno la propria roccaforte e ancora sono in vantaggio con  una sola vittoria di scarto. I recenti precedenti al Battaglini hanno sempre visto match equilibrati  e tirati sino  ll'ultimo. Due anni fa la meta dell'ex biancoverde  Calanchini all'ultimo istante e l'anno scorso il sorpasso dei Leoni in  pieno recupero con una magia di Brendan Williams.
Poi il ritorno nella scorsa stagione vide i trevigiani vincere in  maniera più netta nel primo Derby Day organizzato allo Stadio Plebiscito   di Padova.
Nel corso della stagione attuale, i due team si sono già affrontati un  paio di volte. Nel primo caso, nel Campionato Super 10, fu battaglia al  piede tra Goosen e Bustos, con vittoria del XV della Marca per 17-12.  Nel secondo, in Coppa Italia all'inizio di marzo, con successo a Monigo dei padroni di casa per 38-21 nella sfida decisiva per stabilire la graduatoria del girone 1. Le due formazioni sono entrambe reduci da successi, con il Benetton  Treviso impostosi per 41-5 ai danni del Banca Monte Parma e la Femi CZ   Rovigo che ha avuto la meglio della Futura Park Roma per 35-13. Due i protagonisti sei giorni fa. Da una parte l'inossidabile Brendan Williams, autore di una tripletta e di altrettante iniziative nelle mete di De Jager e Sgarbi. Dall'altra il giovane Andrea Pratichetti che ha schiantato la formazione capitolina allenata dallo zio con un poker.
Si tratta anche di una sfida molto interessante in chiave play-off, con il Benetton secondo in classifica con 41 punti e la Femi CZ Rovigo quarta con 34.
Franco Smith ha deciso di confermare in buona parte la formazione che  cose positive ha fatto vedere nell'ultimo confronto interno con il Banca Monte Parma.
In prima linea con Muccignat ed Enrico Ceccato, spazio dal primo minuto per l'Azzurro Lorenzo Cittadini. In seconda, conferme per Corniel Van Zyl e Michele Sutto. Cambi anche in terza linea con Benjamin Vermaak che si riprende la   maglia numero 6 e farà reparto con Enrico Pavanello e Dion Kingi. 
Confermata, invece, l'ultima mediana vista in Super 10, vale a dire quella costituita da Tobias Botes e Andrea Marcato, con Marius Goosen nuovamente schierato ai centri assieme ad Alberto Sgarbi. Novità, infine, anche nel triangolo allargato con Ezio Galon che  subentra a Emiliano Mulieri all'ala, mentre sull'altro lato sarà della  partita Benjamin De Jager. Maglia numero 15 di estremo affidata a  Brendan Williams.
Questi dunque i titolari: 15 Brendan Williams; 14 Benjamin De Jager, 13  Marius Goosen, 12 Alberto Sgarbi, 11 Ezio Galon; 10 Andrea Marcato, 9  Tobias Botes; 8 Dion Kingi, 7 Enrico Pavanello, 6 Benjamin Vermaak; 5  Corniel Van Zyl, 4 Michele Sutto; 3 Lorenzo Cittadini, 2 Enrico Ceccato,  1 Matteo Muccignat.
Per la panchina restano ancora da decidere gli otto uomini che saranno  pronti a subentrare a partita in corso. Il tecnico sudafricano sceglierà  solo nella mattinata di domani a chi affidarsi tra Augusto Allori,  Tommaso Benvenuti, Ignacio Fernandez Rouyet, Marco Filippucci, Silvio  Orlando, Antonio Pavanello, Franco Sbaraglini, Fabio Semenzato, Diego  Vidal ed Andrew Vilk.

Consiag I Cavalieri Prato - Ferla L’Aquila
CAVALIERI PRATO: Si avvicina la sfida di domani tra Cavalieri e abruzzesi, valido per la quarta giornata di ritorno di Super 10, e la mente dei tanti appassionati della palla ovale non può che andare alla finalissima del campionato di serie A, lo scorso 30 maggio al Flaminio di Roma quando i Cavalieri batterono 25 a 18 i neroverdi e coronarono il loro sogno chiamato Top Ten, con la promozione nell’olimpo del rugby nazionale. Una sfida sentitissima e cui i Cavalieri arrivano preparati a dovere. La sconfitta di Viadana di venerdì scorso non ha lasciato strascichi in casa laniera, che anzi in settimana sono riusciti a recuperare praticamente tutti gli elementi del proprio organico. Lopez e Mafi si stanno allenamento con il resto della squadra da lunedì, mentre da martedì ha ripreso a pieno ritmo anche Giacci. Squadra quindi praticamente al completo per i tuttineri con De Rossi e Gaetaniello che avranno ampia possibilità di scelta potendo valutare dopo l’allenamento di rifinitura di oggi l’organico da schierare nella sfida del Chersoni contro gli aquilani. Sfida importante per tradizione e rivalità, ma anche per la classifica con Villagra e compagni che potrebbero riconquistarsi la quarta posizione in classifica. A sei giornate dalla fine e con Viadana e Treviso, le due grandi del campionato gia’ affrontate la lunga corsa playoff dei Cavaleri e cominciata. Il Chersoni da sempre fortino espugnabile, dovrà essere tale anche nelle prossime tre sfide interne contro L’Aquila appunto ma anche contro Padova e Rovigo. Dalle trasferte di Parma (contro Gran e Banca Monte) e Venezia i lanieri dovranno conquistare altri fondamentali punti per conquistarsi magari l’ambito e alla vigilia del campionato inaspettato accesso nell’olimpo dei playoff. Infortunati Giacci, Gori e Goti, indisponibile Narvaez, De Rossi e Gaetaniello confermano per buona parte la squadra scesa in campo venerdi' scorso a Viadana. Ecco la formazione: Rima Wakarua (15), Marko Stanojevic (14), Clemens Von Grumbkov (13), Alberto Chiesa (12), Wiston Churchill Mafi (11), Kristopher Burton (10), Lisandro Villagra (9), Justin Purll (8), Luca Petillo (7), Filippo Cristiano (6), Fabio Biagi (5), Cameron Treloar (4), Leoandro Poloni (3), Lorenzo Giovanchelli (2), Alessandro Borsi (1); Alessio Neri (16), Gerlando Marino (17), Luca Beccaris (18), Juan Manuel Lopez (19), Niccolo Tempestini (20), Francesco Fronzoni (21), Alessio Galanete (22), David Stefani (23)
FERLA L’AQUILA: Senza neanche il tempo di svuotare le borse dopo la trasferta di martedì a Viadana, i neroverdi venerdì si metteranno ancora in viaggio, questa volta verso la Toscana, per affrontare i Cavalieri, in una riedizione delle sfide che nelle due ultime stagioni di serie A, hanno rappresentato sfide importanti per il salto di categoria. Tante le difficoltà del prossimo impegno, contro un avversario che nella prima nel super 10 ha violato il Tommaso Fattori e che rappresenta la rivelazione del torneo con 29 punti  conquistati a ridosso della quarta posizione, ultima utile per la qualificazione ai play off. Da sfatare anche la tradizione negativa che vede i neroverdi sempre sconfitti in trasferta a Prato. Prato è una squadra che gioca in modo preciso, costituita da grandi individualità ben inserite in un collettivo dotato di una buona organizzazione. – ha detto il tecnico Massimo Di Marco – Pur non avendo avuto molto tempo a disposizione, ci siamo preparati al meglio sul campo e analizzato al video l’incontro col Viadana per non ripetere gli errori commessi che abbiamo pagato caro” – ha concluso il tecnico neroverde.
Questi i convocati che sono partiti questa mattina dallo stadio comunale Tommaso Fattori: Barbieri, Bocchini, Castany, Cerqua, Cialone, Di Massimo, Fraser, Gatti, Giampietri, Leonardi, Llanos, Lorenzetti, Myring, Menè, Nicolli, Nitoglia, Pallotta, Paolucci, Pietrosanti, Purdy, Roccuzzo, Subrizi, Vaggi, Zaffiri.

Super 10 - Classifica
Viadana punti 43; Benetton Treviso 41; Petrarca Padova e Femi-CZ Rovigo 34; Consiag I Cavalieri Prato*, Banca Monte Parma 29; Futura Park Rugby Roma 27; Ferla L’Aquila 23; Plusvalore Gran Parma 19; Casinò di Venezia 14
*Consiag I Cavalieri Prato quattro punti di penalizzazione

 

  • shares
  • Mail