Sei Nazioni 2010 - Italia, male la prima. Poco gioco contro l'Irlanda, ci salva la mischia

irl-ita-post.jpg

Finisce 29-11 per i padroni di casa il primo match del 6 Nazioni 2010. Risultato giusto, costruito dagli irlandesi nei primi 40', quando dominano e l'Italia risulta ben poca cosa. Si salva Robertson che sfrutta un errore e va in meta. Nella ripresa ritmi più lenti, Italia che difende bene, Irlanda che non punge e azzurri che portano a casa un buon -18 finale. Risultato che, però, non nasconde i tanti limiti azzurri. Non c'è gioco, non costruiamo nulla, puntiamo solo alla difesa e rischiamo quando il ritmo sale.

Continua la filosofia del "non facciamoci male" dell'Italia che affronta l'Irlanda senza provare mai a giocare, senza costruire nulla, ma solo difendendo, usando la mischia e mettendoci il cuore. Limitiamo, così, i danni, ma non facciamo paura. Contro di noi, poi, l'Irlanda spinge per il primo tempo, poi capisce che può accontentarsi e non ci fa più male. C'è da vincere a Parigi tra una settimana e O'Driscoll e compagni decidono di limitarsi al compitino per portare a casa la vittoria.
Nell'Italia passo indietro della prima linea, poco convincente, bene le seconde (ma non in touche dove serve Bortolami), in linea le terza. Tebaldi male, usa il piede senza cervello ed è lento, mentre Gower fa poco. Canale meglio degli ultimi anni, Garcia da spedire a casa per idiozia acuta, Bergamasco sufficiente, Robertson bene, anche oltre la meta, McLean uno dei pochi che cerca il break. In generale, però, l'Italia è poca cosa e quella vista in campo vincerà difficilmente qualcosa quest'anno.
Tre note a margine: apertura, estremo e oggi ala. Andrea Masi ha ormai ricoperto tutti i ruoli possibili tranne il suo. Il centro. Inconcepibile! Due gialli non dati agli irlandesi e ogni situazione dubbia fischiata a loro favore. La mischia italiana è stata depotenziata da Poite, limitando l'unico nostro punto di forza. Inaccettabile!

Ah già, manca la terza: AAA cercasi allenatore dei trequarti. A Dublino non è pervenuto!

IRLANDA-ITALIA 26-11
Irlanda:15 Kearney, 14 Bowe, 13 O'Driscoll (capt), 12 D'Arcy, 11 Trimble (56' Earls), 10 O'Gara (66' P.Wallace), 9 O'Leary, 8 Heaslip, 7 Wallace, 6 McLaughlin, 5 O'Connell (61' Ryan), 4 Cullen, 3 Hayes, 2 Flannery (56' Best), 1 Healy.
In panchina:16 Best, 17 Court, 18 Ryan, 19 O'Brien, 20 Reddan, 21 Wallace, 22 Earls.
Italia:15 McLean, 14 Robertson (58' Masi), 13 Canale, 12 Garcia, 11 Bergamasco, 10 Gower (66' Bocchino 74' Gower), 9 Tebaldi (66' Picone), 8 Zanni, 7 Bergamasco, 6 Sole, 5 Geldenhuys, 4 Del Fava (50' Bortolami), 3 Castrogiovanni (56' Aguero), 2 Ghiraldini (73' Ongaro), 1 Perugini (73' Castrogiovanni).
In panchina:16 Ongaro, 17 Aguero, 18 Bortolami, 19 Derbyshire, 20 Picone, 21 Bocchino, 22 Masi.
Marcatori: 10' cp. O'Gara, 15' m. Heaslip tr. O'Gara, 26' cp. Gower, 28' cp. O'Gara, 33' cp. O'Gara, 36' m. O'Leary tr. O'Gara, 38' m. Robertson, 45' cp. Bergamasco Mi., 46' cp. O'Gara, 67' cp. Wallace
Cartellino giallo: 33' Garcia
Arbitro:Poite (Francia)

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
69 commenti Aggiorna
Ordina: