Rugby europeo - Natale, capodanno e neve non fermano la palla ovale (Italia esclusa)

campionati-natale.jpg

Per chi già teme un natale in astinenza da palla ovale, niente paura. Se in Italia i campionati si fermano, all'estero le festività invernali non sono una scusa per poltrire sul divano di casa. Dalla Francia all'Inghilterra, passando per i paesi celtici, i massimi tornei continentali non prevedono soste e tra Santo Stefano e la Befana potremo farci un'abbuffata di rugby. Senza neppure il patema d'animo di metterci a dieta finite le feste!

Come detto, l'Italia ovale si blocca e per rivedere in campo le formazioni del Super 10 dovremo aspettare proprio l'arrivo della vecchia signora, il 6 di gennaio. Giusto il tempo per permettere a giocatori, tecnici, dirigenti e tifosi di rimpinzarsi di cibarie e poi un giro veloce in palestra per essere di nuovo in forma.
Meritate vacanze anche in casa francese, ma non troppo. Se il Natale è con i tuoi, capodanno è con i tuoi... compagni. Il Top 14, infatti, ritorna sui campi il 30 dicembre, per il sedicesimo turno di campionato. Tempo di un brindisi di mezzanotte (tanto lo Champagne non è più di moda) e il 3 gennaio di nuovo in scena. Due turni ravvicinati da seguire in streaming!
Se i latini soffrono il freddo e amano il natale, più pragmatici e ligi al dovere i britannici e gli irlandesi. La Guinness Premiership, infatti, sarà in scena tra il 26 e il 27 di dicembre, offrendoci la possibilità di riprenderci dalle mangiate natalizie spaparanzati a gustarci un po' di ottimo rugby (su Sky Worcester-Northampton e Harlequins-London Wasps). E guai, in casa inglese, a fare tardi a Capodanno. Il primo gennaio (e il 2), infatti, dodicesimo turno del massimo campionato e tutte le formazioni rigorosamente sui terreni di gioco.
Non sono da meno i celti. Anche loro dovranno limitarsi a dei frugali e proteici pranzi natalizi, visto che il 26 e 27 sono in campo, anche qui potete affidarvi allo streaming, mentre il turno successivo è spalmato tra il 31 dicembre (derby gallese Dragons-Scarlets) e l'uno e due gennaio.
Insomma, niente vacanze per i campioni del rugby in Europa. Italia esclusa.

ATTENZIONE: SEMPRE APERTE LE VOTAZIONI PER IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2009!

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: