Formula 1 - Gran Premio di Roma, lo scippo della vergogna

gran-premio-roma-eur.jpg

Sembra non voler aver fine lo scontro politico-sportivo tra Roma e il Nord Italia. Prima la Celtic League ovale, poi le Olimpiadi divise tra Venezia e la Capitale e ora, dulcis in fundo, il Gran Premio di Formula 1 che verrà spostato dallo storico tracciato di Monza all'Eur. Uno scippo che creerà polemiche, scontri politici, e che farà passare inosservato un altro scippo, uno scempio alla storia del rugby romano. Sì, perché il nuovo circuito passerà proprio dalle Tre Fontane e i suoi campi da rugby verranno sacrificati sull'altare dei motori.

Come riportava nella giornata di ieri la Gazzetta dello Sport "Lo scorso maggio era stato presentato il progetto di tracciato di Herman Tilke, l'architetto di fiducia di Bernie Ecclestone. Oggi l'organizzatore Maurizio Flammini ha confermato che con lo stesso Ecclestone l'intesa c'è". C'è l'intesa, mancano i dettagli, l'iter amministrativo e poi il via ai lavori. Obiettivo la stagione 2012. Con un piccolo particolare che viene dimenticato sulla Rosea e sugli altri organi d'informazione: il tracciato previsto passa proprio per i campi di rugby del Tre Fontane, casa della Rugby Roma. E' vero, i paddock che erano previsto proprio al posto dei campi da rugby sono stati spostati, ma il progetto prevede comunque l'eliminazione dei campi. E' vero, è previsto un nuovo stadio del rugby da 10.000 persone, ma cancellare il Tre Fontane è un'offesa alla storia capitolina.
Perché lo Stadio Tre Fontane ha una storia lunga più di cinquant'anni, perché è la casa di una delle squadre pioniere del rugby in Italia, la Rugby Roma, fondata nel 1930, e perché proprio quest'anno il Comune aveva dato il via libera a intitolare lo stadio allo storico presidente della squadra Renato Speziali. Insomma, il rugby romano è il Tre Fontane e sacrificarlo per un Gran Premio della cui necessità pochi comprendono è assurdo. E mostra ancora una volta lo scontro tra chi ha grandi progetti per il rugby capitolino (ne parleremo nei prossimi giorni) e un'amministrazione che sembra, dal caso Celtic League alla questione Flaminio a quest'ultimo scempio, sempre più lontana dalla palla ovale.

ATTENZIONE: SEMPRE APERTE LE VOTAZIONI PER IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2009!

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: