Sei Nazioni - Tegole, sospiri di sollievo e ansia per le avversarie dell'Italia

hogg.jpg

Giornata di ombre e luci per le avversarie dell'Italia al prossimo Sei Nazioni. Se l'Irlanda fa un sospiro di sollievo e scopre di poter fare affidamento sul tallonatore Flannery nel match d'esordio a Dublino contro gli azzurri, piange la Scozia. Un Infortunio, infatti, privano le formazioni celtica di un cardine importanti come Ally Hogg. Rinviata a domani, invece, la sentenza riguardante Julien Dupuy, la cui squalifica (probabile) dovrebbe costargli il Sei Nazioni.

Il tallone del tallonatore. Meno grave del previsto l'infortunio al tallonatore irlandese Jerry Flannery, sottoposto oggi a una nuova visita. Il tallone d'Achille, infortunatosi lo scorso weekend in Heineken Cup, non dovrà venir trattato chirurgicamente e Munster pensa di avere il suo numero 2 a disposizione per metà gennaio. In tempo, quindi, per la convocazione con l'Irlanda e per il match con l'Italia del 6 febbraio prossimo.

Fuori sei mesi. Ben più grave, invece, l'infortunio alla terza linea dell'Edimburgo e della Scozia Ally Hogg. Il giocatore ha subito una lesione all'anca e dovrà venir operato nei prossimi giorni. Per il ventiseienne terza linea si prospetta uno stop di sei mesi e l'addio al prossimo Sei Nazioni. Una brutta tegola per Andy Robinson e Massimo Cuttitta, già alle prese con le turbe religiose del pilone Murray.

Rinviato a domani. Rinviata a venerdì, invece, la riunione della commissione giudicante sul caso di Julien Dupuy. Il mediano di mischia dello Stade Français e della Francia, infatti, è accusato di aver colpito un avversario agli occhi durante l'ultimo incontro di Heineken Cup contro Ulster. Se colpevole (ma dalle immagini ci sono pochi dubbi) per il numero 9 francese sarà probabile una squalifica di almeno 12 settimane e l'addio al prossimo Sei Nazioni.

ATTENZIONE: SEMPRE APERTE LE VOTAZIONI PER IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2009!

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: