Europa - Un weekend di festa per celti e inglesi

hc-cc-stato-nazioni.jpg

Le coppe europee, oltre al valore intrinseco e all'importanza oggettiva che portano con loro, sono un ottima cartina tornasole per valutare, di turno in turno, lo stato dei vari campionati nazionali. Studiare i risultati e vedere come si sono comportate globalmente le formazioni che partecipano allo stesso campionato può evidenziare crescite o problemi all'interno dei vari movimenti ovali. Il fine settimana appena passato, per esempio, ci racconta di una Celtic League in piena salute e di una Guinness Premiership in ripresa. Male, invece, il Top 14 francese e il nostro Super 10.

Celti padroni. Togliendo la sfida fratricida tra Scarlets e Leinster, le formazioni che partecipano alla Celtic League hanno ottenuto un ottimo score di 5 vinte e 2 perse in Heineken Cup, cui si aggiunge il successo esterno di Connacht a Worcester in Challenge Cup. Sei vittorie e due sconfitte, quindi, per le formazioni irlandesi, gallesi e scozzesi in questo terzo turno europeo. Molto bene l'Irlanda che fa poker, vincendo tutte le sfide giocate dalle sue squadre in HC e CC. Due vinte e due perse, invece, per le gallesi, con il facile impegno degli Ospreys con Viadana, ma l'importante vittoria di Cardiff con Tolosa. Una vinta e una persa, invece, per la Scozia.
Guinness dolce. Tre vittorie e due sconfitte in Heineken Cup (escluso il derby vinto da Sale con gli Harlequins) e quattro successi e una sconfitta in Challenge Cup. Positivo anche il weekend inglese, che ha visto cadere Gloucester e i Tigers, entrambi in trasferta, mentre sono arrivate le vittorie di Northampton, Exiles e Bath. Da sottolineare, però, come il turno inglese fosse agevolato dal match contro Treviso (che comunque si è battuto con onore) e dalla trasferta degli Irish in casa di un Brive allo sbando. Importante, invece, la vittoria dei Saracens in Challenge Cup. I primi della classe inglesi, infatti, hanno espugnato il campo del Castres, grande sorpresa del Top 14.
Poco rugby champagne. Nonostante siano in vetta nei rispettivi gironi, il terzo turno europeo ha sorriso poco alle formazioni francesi. In Heineken festeggiano solo Biarritz e Clermont, mentre vengono sconfitte, e sono sconfitte che bruciano, Perpignan, Stade Français, Tolosa e Brive. Soprattutto le prime tre vedono complicarsi decisamente il cammino europeo, anche se i passi falsi sono avvenuti fuori casa. Pesante anche la situazione in Challenge Cup. Alle vittorie nette di Tolone sul Rovigo e del Racing sulla Roma, infatti, si sono aggiunte la vittoria faticata di Albi a Padova e di Montpellier con la cenerentola Madrid. Cadono, invece, Montauban, i già citati Castres, Bayonne e Bourgoin, battuta da un grande Rugby Parma. Sei vittorie e otto sconfitte, quindi, per le squadre del Top 14. Bottino magro, molto magro.
Per fortuna che Parma c'è. Si rischiava l'ennesimo cappotto europeo, ma il successo di Parma con Bourgoin salva in parte il weekend azzurro. Viadana viene asfaltato dagli Ospreys, Rovigo va in gita premio a Tolone, mentre Roma resta a zero con il Racing. Si aggiungono la folle sconfitta di Padova con l'Albi e la pur onorevole sconfitta del Treviso a Northampton. Treviso e Parma restano le sole note positive di un altro fine settimana da dimenticare.

ATTENZIONE: SEMPRE APERTE LE VOTAZIONI PER IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2009! 

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: