Heineken Cup – Non fiorisce il Giglio, Viadana battuta dagli Ospreys

viadana-ospreys-post1.jpg

Ancora lunga la strada che porta alla Celtic League per Viadana. L'evento di Reggio Emilia che voleva essere un antipasto per gli Aironi si trasforma in una lunga via crucis per i mantovani che subiscono i gallesi degli Ospreys ed escono sconfitti da uno stadio Giglio che ha accolto circa 8.500 spettatori. Gli ospiti fanno la partita fin dall'inizio, sfruttano alcune indecisioni importanti nei placcaggi del Viadana per fuggire fin dalla prima parte del match e chiudere i conti sul 7-62 finale.

Foto per gentile concessione Rugby Viadana - Roberto Bregani

A complicare la vita ai padroni di casa anche il giallo preso al quarto d'ora da un comunque ottimo Geldenhuys che costa due mete e quattordici punti ai suoi compagni di squadra. Fa il possibile Viadana per fermare l'ondata nera degli Ospreys, ma due erroracci in fase di placcaggio e l'ostinato attacco dei gallesi portano già alla mezz'ora il punteggio sul 24-0 per gli ospiti. Al 33' è bonus per i gallesi che iniziano a fare accademia, giocando in scioltezza e dando lezioni di rugby agli spettatori accorsi in tribuna. Viadana cerca di reagire, ma sono troppi i buchi difensivi che regalano molti metri agli Ospreys che passano buona parte del primo tempo nella metà campo mantovana.
Certo, non si può recriminare molto, né puntare il dito contro i giocatori del Viadana viste le forze in campo. Nomi come Tommy Bowe, Dan Biggar, Ricky Januarie, Jerry Collins o Alun-Wyn Jones si scontrano contro Pratichetti, Johansson, Brancoli, Sole e Hohneck e la differenza è tutta qui. A dimostrazione che il treno celtico non si può perdere, che si dovrà ricostruire tutto in ottica Celtic League, sperando che questi mesi non abbiano chiuso le porte a quel rugby d'eccellenza cui i club italiani (Treviso esclusa) e la Federazione sembrano non riuscire ad avvicinarsi da soli.

VIADANA-OSPREYS 7-62
Sabato 12 dicembre, ore 14.30 - Stadio Giglio, Reggio Emilia
Viadana: 15 Craig Clare (44' Sepe), 14 Kaine Robertson, 13 Garry Law, 12 Sam Cox, 11 Matteo Pratichetti, 10 Lloyd Johansson (64' Hola), 9 Andrea Brancoli (57' Wilson), 1 Miguel Alonso (32' Sciamanna), 2 Luigi Ferraro (41' Santamaria), 3 Ignacio Elosù (36' Redolfini, 51' Elosù), 4 Sean Hohneck, 5 Quintin Geldenhuys, 6 Josh Sole, 7 Garteh Krause, 8 Gavin Quinnell (59' Birchall).
Ospreys: 15 Gareth Owen, 14 Tommy Bowe (74' Prydie), 13 Sonny Parker, 12 Andrew Bishop (75' Spratt), 11 Nikki Walker, 10 Dan Biggar, 9 Ricky Januarie, 8 Filo Tiatia, 7 Marty Holah, 6 Jerry Collins (c), 5 Jonathan Thomas, 4 Alun-wyn Jones, 3 Craig Mitchell (60' Griffiths), 2 Richard Hibbard (59' Bennett), 1 Paul James (57' Bevington).
Arbitri: Romain Poite (Francia); Eric Soulan (Francia), Bernard Dal Maso (Francia)
Marcatori: 6' cp. Biggar, 16' m. Jones tr. Biggar, 22' m. Walker tr. Biggar, 31' m. Januarie tr. Biggar, 34' m. Collins tr. Biggar, 40' cp. Biggar; 43' m. Hibbard tr. Biggar, 54' m. Quinnell tr. Law, 58' m. Hibbard tr. Biggar, 61' m. Bowe tr. Biggar, 69' m. Owen tr. Biggar
Cartellini gialli: 15' Geldenhuys, 63' Bowe, 75' Bevington

ATTENZIONE: SEMPRE APERTE LE VOTAZIONI PER IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2009!

  • shares
  • Mail
40 commenti Aggiorna
Ordina: