Serie A - Continua il sogno de L'Aquila: è finale!

lazio001.jpg

Mi perdoneranno i tifosi della Lazio, che comunque ha disputato un grandissimo campionato e cui va l'applauso per la vittoria di ieri, ma oggi si deve festeggiare il sogno de L'Aquila che, a meno di due mesi dal tremendo terremoto che ha devastato la città abruzzese, accede alla finale della Serie A ed è a un passo dal ritorno in Super 10. Una vittoria maturata nel match d'andata, vinto a Roseto, e concretizzato a Roma, al Flaminio, dove la sconfitta per 7-3 premia i ragazzi di Mascioletti. Che volano in finale e portano con loro il ricordo di Lorenzo Sebastiani.

Inizio in salita per gli ospiti che, dopo tre minuti, si fanno sorprendere da una efficace manovra dei romani, che lanciano il seconda linea Poppmeier che schiaccia in meta: sembra il preludio a una gara su ritmi elevati, invece le due compagini iniziano un lungo gioco tattico, con la squadra di casa a produrre la maggior quantità di volume di gioco senza però concretizzare.
L’Aquila, sospinta dai numerosi tifosi al seguito, fatica ma non da mai l’impressione di cedere e, alla distanza, ritrova fiducia. Si va a riposo sul 7-0, risultato che qualificherebbe la Lazio. Al settimo della ripresa il momento decisivo del match, con l’ex azzurro Carpente, estremo degli abruzzesi che su un calcio di punizione trova dalla metà campo cerca e trova i pali: 7-3.
Poco dopo la Lazio usufruisce di dieci minuti di superiorità numerica per il giallo alla terza linea Hoffman, senza però andare a punti. L’Aquila tiene il campo, si rende anche pericolosa in più occasioni ma trema allo scadere quando Damasco concede una punizione al XV di Eugenio. Sulpis, da posizione defilata a metà campo, cerca i tre punti che darebbero la qualificazione alla Mantovani, ma il suo tentativo è corto ed impreciso: L’Aquila calcia fuori il pallone e conquista per la seconda stagione consecutiva un posto in finale.
Per gli abruzzesi l’appuntamento è sabato prossimo al Flaminio con la vincente del match di domani alle 15.30 quano, a Prato, I Cavalieri riceveranno il Vibu Noceto battuto all’andata 13-12.

Roma, Stadio Flaminio – sabato 23 maggio 2009
Serie A, semifinale – ritorno

MANTOVANI LAZIO – L’AQUILA RUGBY 7-3 (4-1)
Mantovani Lazio: De Angelis (10'-15' pt. Marrano); Sepe F., Sulpis, Giacometti (30' st. Di Laura), Vodo (25' st. Marrano); Gargiullo, Brandizzi (36' st. Giangrande); Mannucci, Mallett, Petillo (7' st. Lorenzetti); Zamboni, Poppmeier; Cosma (16' st. Pettinari), Jimenez, Cannone
L’Aquila: Carpente; Santillo, Pallotta, Farmer, Di Massimo; Sweeney, Mene; Hoffman, Zaffiri, Tagliavento; Siddons, Cerasoli; Moreno, Comperti, Ciancarella
Arbitro: Damasco
Marcatori: p.t. 4' m. Poppmeier tr. Sulpis (7-0); s.t. 7' cp. Carpente (7-3)
Note: 13' st. Giallo Hoffman (A)
Andata: L’Aquila – Mantovani Lazio 16-10 (4-1)
Classifica aggregata: L’Aquila punti 5; Mantovani Lazio punti 5
Differenza punti: L’Aquila +2

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: