Reality Show - Il rugby in chiaro? Sì, ma solo se è trash!

chiambrettinight.jpg

Tempi duri per il rugby in televisione. Perso il 6 Nazioni, ormai la possibilità di vedere la palla ovale senza avere il satellite è quasi nulla. La voglia di rugby in chiaro è tanta, ma spesso si trasforma in un incubo. Stiamo parlando, infatti, della televisione moderna, di quella dei reality show, dei talk show strillati. Insomma, della tv trash. Una tv cui, purtroppo, la palla ovale nostrana sembra non riuscire a sottrarsi e che, settimana scorsa, ha raggiunto il proprio punto più basso. E’ ora di dire basta. E’ ora che le emittenti smettano di insultare il rugby ed è ora che la Federazione e i giocatori la smettano di essere complici di uno spettacolo indecente.

Sono ormai alcuni anni, da quando il rubgy è diventato di moda nel nostro Paese, che i giocatori della Nazionale (di solito sempre gli stessi 4/5) appaiono in trasmissioni di più o meno dubbio spessore. Tra una Simona Ventura e un Maurizio Costanzo, passando dalle prove del cuoco la palla ovale è diventata un’habitué del trash catodico.
Ma non si era mai raggiunto il livello infimo visto al Chiambretti Night Show di settimana scorsa (qui i video 1 e 2). Piero Chiambretti (quello che ama dialogare con personaggi del calibro di Belen Rodriguez e Maurizia Paradiso) dedica una puntata alla violenza e, partendo dai fatti di cronaca giunti dall’Australia, invita in studio i fratelli Bergamasco. L’idea, almeno a parole, è quella di dimostrare come, nonostante la notizia mediatica sparata dalla stampa italiana, il rugby sia sì uno sport di contatto, giocato da trenta energumeni, ma non sia uno sport violento.
Ottima premessa, pessimi risultati. Chiambretti, infatti, passa velocemente dal presunto stupro dei giocatori di rugby league (senza sottolineare, appunto, che si tratta di rugby a XIII) alla scazzottata tra Chabal e Castrogiovanni dopo l’ultimo 6 Nazioni. Veloce spot pubblicitario, ed ecco le immagini della rissa avvenuta su un campo da gioco rumeno per finire con l’accurata spiegazione di cosa sia la forchetta (il gouging) e di come Mauro Bergamasco sia stato protagonista di un episodio violento, con relativa squalifica di 13 settimane (in verità erano 17).
Insomma, una trasmissione intera a dimostrare come i rugbisti siano, fondamentalmente, degli assetati sessuali, dei rissaioli e dei violenti. Il tutto condito dall’ormai classico stile giornalistico che ben conosciamo in tv. Il conduttore pone una domanda mostrando una tesi, ascolta la risposta e, se questa non rispecchia la sua tesi, la ignora ribadendo il proprio concetto iniziale. Così, quando Mauro Bergamasco, parlando dell’episodio avvenuto con Byrne dice: “Sì, ho avuto una reazione sbagliata dopo un fallo subito, ma NON ho infilato le dita negli occhi a Byrne, gli ho solo dato una manata in faccia”, Chiambretti, con la sua faccia tosta dichiara, cambiando poi subito argomento: “Appunto, hai fatto la forchetta”.
Ecco, questo è il rugby in chiaro che dobbiamo sopportare. Un rugby dove i giocatori fanno la figura dei fessi, dove non riescono a esprimere un concetto perché interrotti, dove subiscono passivamente gli sberleffi e, quando va bene, si riducono a parlare di pettorali e calendari, quando va male, come da Chiambretti, passano per trogloditi violenti.
A questo punto la Federazione deve intervenire. Perché se è vero, come diceva qualcuno, che “bene o male, l’importante è che se ne parli”, c’è un limite a tutto. Un limite che si chiama decenza, buon gusto, buona fede e rispetto. Tutte cose che, ultimamente, non si vedono in tv, ancor meno quando si parla di palla ovale.

P.S. nelle ultime settimane, in Italia, sono accaduti questi fatti: a) rissa durante Teramo-Bologna di basket, con giocatori che feriscono tifosi, giocatori che minacciano tifosi e dirigenti colpiti; b) rissa in Irpinia nel campionato Promozione di basket, con un tifoso che è entrato in campo con un coltello con cui ha ferito diverse persone; c) un tifoso aggredisce il presidente di Legadue di basket, il quale reagisce schiaffeggiandolo. Avete visto titoli in prima pagina? Avete visto trasmissioni tv che approfondivano la violenza nel basket? Avete sentito dibattiti sulla violenza insita nei colossi di due metri?

  • shares
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina: