Serie A - Milano, Cuttitta e Giovanelli festeggiano la salvezza

AmatoriColorno01.jpg

Ultimo turno del campionato di Serie A e giochi già fatti. Prato, Lazio e L'Aquila accedono ai playoff, con Prato che incontrerà Noceto, mentre Lazio e L'Aquila si sfideranno in semifinale, mentre Firenze e Alghero retrocedono in Serie A2. Giornata di festa, quindi, quella che aspetta l'Amatori Milano che domani sfiderà a Rovato il Colorno, nella partita di saluto dal proprio pubblico. Partita dal sapore speciale, perché vedrà in campo, per l'ultima volta, un mito del rugby, quel Massimo Giovanelli da sempre bastian contrario della palla ovale italiana.

Nessuno a inizio stagione ci avrebbe scommesso un euro. Una squadra costruita in poche settimane, anzi giorni, ha raggiunto il suo obiettivo principale: la salvezza. Domenica scorsa a Piacenza è arrivata, è vero, un’altra sconfitta ma la matematica certezza di disputare un altro campionato di serie A1 era già in cassaforte da sabato sera con la sconfitta di Firenze a Prato.
I fiorentini non possono più arrivare a quota 37, l’Amatori Milano festeggia. In Emilia per un tempo si è vista una signora squadra, capace di realizzare ben tre mete con un Giovanelli ancora in grande forma e che ha voluto trasmettere ai ragazzi tutta la sua esperienza e dimostrare che con la grinta e la passione a volte si può arrivare dove si vuole.
Nella ripresa sono usciti i piacentini, che non erano ancora salvi e hanno spinto sull’acceleratore per festeggiare davanti al pubblico di casa. L’Amatori festeggia però una salvezza in realtà conquistata nell’arco di una stagione e di un girone d’andata molto positivo con pochissime squadre, quasi nessuna (la prima è stata la Lazio a dicembre) in grado di far punti al Giuriati.
Lo staff tecnico composto da Cuttitta e Carnovali ha sempre tenuto ben saldo il timone in linea. Fuori casa sono arrivati 4 punti e poi solo sconfitte, ma per una matricola con 16 esordienti nel torneo di serie A in organico costruire il proprio capolavoro fra le mura amiche nella prima parte di stagione è segno di umiltà, di capacità di programmazione e di bontà del progetto.
Domani a Rovato l’ultima sfida con il Colorno prima del rompete le righe. Si giocherà tranquilli senza il bisogno di far punti ad ogni costo e una vittoria sarebbe l’ideale per chiudere un’annata buona e mettere le basi per una ancora migliore l’anno prossimo. Con più esperienza sulle spalle e con il desiderio di fare anche meglio.
Ultima partita che vedrà, come detto, in campo anche Massimo Giovanelli. Il flanker azzurro degli anni '90 vestirà ancora una voglia quella maglia che ha portato sul tetto del rugby italiano per molti anni e che gli è rimasta nel cuore. Direttore sportivo dell'Amatori risorta dalle ceneri del Milan, Giovanelli e Cuttitta sono stati in questi anni l'anima e il motore della squadra, fin dalla rinascita in Serie C arrivando, quest'anno, a riassaporare il sapore della Serie A.
Domani si finisce una stagione piena di soddisfazioni, ma da lunedì sarà già il momento di pensare al futuro, perché ora serve un nuovo salto di qualità, tecnico ma non solo, per ritornare presto a lottare per la promozione in Super 10 e, perché no, un giorno non troppo lontano per tornare a sognare lo scudetto.

Serie A1 – XXII giornata
*Amatori Milano – Blugeo Colorno (a Rovato)
Mantovani Lazio – Novaco Alghero
Hafro Design Udine – Consiag I Cavalieri Prato
Giunti Firenze – Orved San Donà (sabato 02.05)
L’Aquila – Marchiol San Marco (al Flaminio di Roma)
Livorno – Termoraggi Piacenza (sabato 02.05)

Classifica: Consiag I Cavalieri Prato** 93; Mantovani Lazio 82; L'Aquila Rugby** 76; Blugeo Colorno 68; Marchiol San Marco 52; Orved San Donà 41; Termoraggi Piacenza 40; Livorno 39; Amatori Milano, Hafro Design Udine 37; Giunti Firenze 1931* punti 28; Novaco Alghero 19
*quattro punti di penalizzazione
**una partita in meno

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: