Tri Nations 2008 - Il fantasma di White aleggia su De Villiers

jake-white.jpg

Se lo aspettavano tutti ed è arrivato. Jake White, l'ex coach del Sud Africa campione del mondo, ritorna con forza nell'immaginario dei tifosi degli Springboks come sostituto del fallimentare Peter De Villiers. Nonostante la strenua difesa delle proprie idee, infatti, De Villiers viene ormai quotidianamente attaccato dalla stampa, dai tifosi e anche la Federazione sembra prodursi solo in una sterile difesa d'ufficio.

Jake White, invece, non usa il fioretto e va dritto al nocciolo del problema. "Shalk Burger era fino a poco tempo fa uno dei migliori giocatori al mondo. Ora, durante una partita del Tri Nations, viene fatto uscire per dare spazio a Luke Watson. E questo io non lo capisco". Più diretto di così non si può!
Inoltre, White, pur dicendosi non interessato a ricoprire ruoli di prima linea, come quello di head coach, si è autocandidato a diventare Director of Rugby per la Federazione sudafricana. Come dire, io sulla panchina non mi siedo, De Villiers non lo faccio cacciare, ma fatemi tornare che risistemo le cose.
Vedremo nelle prossime settimane cosa succederà, ma il rischio che quella di sabato prossimo sia l'ultima partita di Peter De Villiers sulla panchina degli Springboks è sempre più elevato!

  • shares
  • Mail