Nazionale - La prima volta di Alberto Chiesa

micsepe.jpg

Scatti sui sessanta e sui cento piani, a seguire un millecinque e, all'ora di pranzo, conclusione del raduno e rientro al club: così stamane, allo Stadio della Farnesina di Roma, si è concluso il primo dei tre mini-raduni giornalieri della Nazionale, incentrati dal preparatore atletico Alex Marco sulla verifica della condizione atletica.
Quattro gli atleti - tutti in forza all'AlmavivA UR Capitolina - che si sono ritrovati oggi, alle 10.00, sull'impianto adiacente al Ministero degli Esteri: l'ala Michele Sepe, unico con due caps all'attivo, ha diviso la pista con i compagni di club Giulio Toniolatti, Riccardo Bocchino e Alberto Chiesa.

Per Chiesa, capitano dell'Italia U20 nella passata stagione e come Bocchino reduce da un'esperienza biennale presso l'Accademia "Ivan Francescato" di Tirrenia, si è trattato della prima convocazione assoluta con la Nazionale Maggiore.
Presenti ai test fisici romani, insieme al preparatore Marco, anche il manager Carlo Checchinato e il video analyst David Fonzi: "Dopo il raduno di luglio in Valle d'Aosta - commenta il manager azzurro - continuiamo a lavorare, insieme ai club, seguendo gli atleti con questi test. Oltre a una verifica della condizione, questi tre mini-raduni (lunedì prossimo a Casalmaggiore e martedì 2 settembre a Padova si appuntamento rispettivamente per gli atleti del Nord-Ovest e per quelli del Nord-Est) sono molto importanti per far sentire i giocatori coinvolti nel progetto della Nazionale, e per consentire allo staff tecnico diretto da Nick Mallett di continuare a perseguire quel programma di allargamento della rosa azzurra che è iniziato con il tour estivo di giugno. Per ora, abbiamo avuto buoni riscontri e credo che molti dei giovani che si stanno affacciando ora in Nazionale potranno conquistarsi un posto nel giro di una o due stagioni. Altri momenti di verifica fisica, al di là dei normali raduni nelle finestre internazionali, sono previsti a dicembre, prima dell'RBS 6 Nazioni, ed a maggio, alla vigilia del tour estivo in Australia e Nuova Zelanda".
Positivo, dopo la triplice prova sulla pista da atletica dei quattro trequarti della Capitolina, anche il commento del fitness trainer azzurro Alex Marco: "I giocatori testati oggi hanno risposto bene, tanto più se si considera che sabato hanno disputato un incontro impegnativo contro gli inglesi dei Cornish Pirates (Division One inglese) e, ieri, sono rientrati a tarda notte a Roma. Per il 2008/2009 il progetto che ci siamo posti - dice il preparatore - è quello di dare una dimensione atletica alla preparazione per il rugby, sensibilizzando gli atleti e lavorando, come Federazione, fianco a fianco coi preparatori dei club. I risultati di oggi? Ho avuto le risposte che mi aspettavo e tanto Michele Sepe che Giulio Toniolatti, una volta di più, hanno confermato di possedere ottime doti per quanto concerne la velocità".

Qui potete sentire l'intervista ad Alberto Chiesa.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: