Currie Cup & Air New Zealand Cup - La situazione delle province del Sud

vili_counties.jpg

Sarà la concomitanza con il Tri Nations, sarà la concorrenza spietata e vincente del Super 14, ma i campionati provinciali dell'Emisfero Sud non riescono più a emozionare come una volta. La Currie Cup sudafricana e l'ex NPC neozelandese attirano poco pubblico negli stadi, poco di più davanti alle tv e decisamente pochissimi curiosi al di fuori dei confini dei propri stati. Ma, nonostante ciò, facciamo il punto della situazione di due campionati che sono la culla dei campionissimi di oggi e di domani.

Iniziamo dalla Currie Cup. Il torneo sudafricano è giunto a metà del proprio cammino e i giochi, almeno per quel che riguarda i probabili playoff sembrano già scritti. Come era facilmente prevedibile all'inizio della stagione sono i Blue Bulls, Cheetahs, Sharks e Lions a dominare il campionato, staccando già Western Provence, la quinta bella del gruppo, e lasciando le briciole alle altre tre provincie sudafricane. La vittoria di sabato dei Lions contro WP dovrebbe aver chiuso le porte per i playoff agli outsider e lasciare alle quattro regine la lotta per il titolo.

E' iniziato, invece, solo in questo weekend il campionato neozelandese, che vede 14 squadre affrontarsi in 10 incontri di regular season e poi nei playoff. Il primo turno ha già registrato alcune sorprese, con tre delle favorite che hanno perso all'esordio. In particolare, pesa la sconfitta casalinga per un punto di Canterbury contro Manawatu, mentre cedono il passo anche i campioni in carica di Auckland e Waikato, outsider ma accreditata di un posto ai playoff di quest'anno. A fare il colpaccio sono state Counties Manukau e Northland, soprattutto la prima non certo una squadra di punta in Nuova Zelanda. Nonostante la partenza shock, le favorite per l'accesso alle semifinali sembrano, senz'ombra di dubbio, Auckland, Canterbury, Wellington, Waikato con Otago come possibile sorpresa.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: