Sud Africa-Italia: Oggi live blogging su Rugby 1823!

ghiro.jpg

Sotto una pioggia incessante (in Sud Africa, visto che finalmente da noi sembra essere arrivata l'estate) ci stiamo avvicinando alla sfida di questo pomeriggio tra i campioni del mondo e la nazionale italiana. Fischio d'inizio alle ore 15, con diretta televisiva su Sky Sport 3 e diretta testuale qui, su Rugby 1823.

A presentare la sfida impossibile, ieri, è intervenuto il capitano d'occasione, il tallonatore Leonardo Ghiraldini, che ha spiegato cosa aspetta gli azzurri questo pomeriggio.
"Sappiamo quanto forte sia il Sudafrica e quanto partite di questo livello rappresentino per noi una importante possibilità di confronto – ha detto il 23enne tallonatore del Cammi Calvisano – ma ovviamente noi siamo qui per fare la nostra partita. Tutti i test-match internazionali sono difficili e questa gara non è stata preparata diversamente da quelle dell'ultimo 6 Nazioni, nonostante le molte assenze e le novità in formazione".
"Abbiamo lavorato bene, sia a Roma sia qui in Sudafrica – ha proseguito Ghiraldini - e domani proveremo a raccogliere quanto seminato. Gli esordienti, come McLean e Garcia, vorranno mettersi in mostra da subito per dimostrare tutto il proprio valore e penso che anche giocatori con pochi caps come il pilone sinistro Michele Rizzo, in un ruolo in cui la concorrenza in Italia è consistente, daranno tutto ciò che hanno per continuare a giocarsi le proprie chance con la Nazionale".
"Siamo qui per giocare – ha concluso il capitano azzurro – e non solo per difenderci. Vogliamo conquistare il pallone, giocare il più possibile nella loro metà campo, mettere pressione al Sudafrica: il secondo tempo contro l'Inghilterra, nel 6 Nazioni, deve essere il nostro metro di paragone per quanto riguarda il possesso di palla e l'occupazione territoriale".  
Insomma, se la sconfitta è scontata, quello che oggi vorremmo vedere è la grinta, l'impegno e la voglia di contrastare i campioni del mondo in ogni fase di gioco. Io, personalmente, sono curioso di vedere come funzionerà la cerniera Picone-McLean-Garcia-Masi sia difensivamente sia offensivamente. Questa è la maggiore lacuna vista nell'Italia targata Mallett (ma anche Berbizier e Kirwan) ed è proprio con avversari del calibro di Steyn, Januarie e De Villiers potremo capire se, finalmente, la mediana italiana è finalmente all'altezza delle migliori squadre al mondo e se gli inserimenti di McLean e Garcia possono risolvere i problemi di questa formazione. Se il Sud Africa dovrà tentare di aggirare il muro azzurro, puntando principalmente sulle ali e se il gioco azzurro, quando possibile, saprà aprirsi velocemente, allora potremo ritenerci soddisfatti. A prescindere dal risultato, scontato.


Queste le formazioni domani in campo:

Cape Town, Newlands Stadium -  sabato 21 giugno
Test match – ore 15.00, diretta Sky Sport 3

SUDAFRICA – ITALIA
Sudafrica: Jantjes; Ndungane, Bobo, De Villiers J., Habana; Steyn, Januarie; Kankowki, Smith, Watson; Matfield (cap), Botha B.; Van Der Linde, Du Plessis, Mtawarira
a disposizione: Brits, Mujati, Bekker, Van Niekerk J., Burger, Grant, Pienaar
All. De Villiers P.
Italia: Marcato; Robertson, Masi, Garcia, Pratichetti M.; McLean, Picone; Sole, Barbieri R., Zanni; Del Fava, Dellapè; Nieto, Ghiraldini (cap), Rizzo
a disposizione: Ongaro, Rouyet, Reato, Erasmus, Canavosio, Patrizio, Pavan R.
All. Mallett
Arbitro: Clancy (Irlanda)
  • shares
  • Mail