Test Matches - L'Emisfero Sud detta legge

Jantjes-v-Wales-Bloem_929901.jpg

Sono iniziati i test matches estivi e si riparte da dove li avevamo lasciati. Il dominio dell'Emisfero Sud continua a essere imbarazzante. Nulla da fare, quindi, per Irlanda e Galles che escono sconfitte dalle sfide con Nuova Zelanda e Sud Africa. Ma se la vittoria All Blacks è netta ma accettabile, i campioni dell'ultimo 6 Nazioni vengono annientati da un Sud Africa sperimentale.

Aggiornato alle ore 15 

E' nera per l'Italia che il 21 giugno li affronterà. Gli Springboks sono la macchina schiacciasassi lasciata a Parigi a ottobre. Un nuovo coach e nuovi giocatori non cambiano la musica. Quattro mete a due, ma un punteggio che sconsola. Finisce 43-17 per gli Springboks contro il Galles il primo test match estivo e, in assenza di Montgomery e Steyn, è il piede magico di Butch James a incantare. Quattro trasformazioni e cinque punizioni scavano il solco che Shane Williams e compagni non riescono a scavalcare.

Nell'altra partita di ieri, la Nuova Zelanda ha la meglio dell'Irlanda con un più umano 22-11. I verdi si battono alla pari con gli All Blacks e fanno rivivere gli incubi francesi a McCaw e compagni. All'intervallo, infatti, le due squadre sono in perfetta parità e al 43' è l'Irlanda a passare sull'11-8, salvo farsi recuperare tre minuti dopo. Ma è solo al 60', con una punizione di Dan Carter, che la Nuova Zelanda riesce finalmente a passare in vantaggio e a scrollarsi le paure di dosso. Il finale è tutto nero, e tra il 60' e il 65' gli All Blacks costruiscono la vittoria da cui riparte la loro rincorsa alla Coppa del Mondo.

A chiudere la disfatta europea ci ha pensato l'Argentina, anche lei alla prima partita sotto la guida del nuovo coach Phelan. I Pumas, con una formazione assolutamente sperimentale, hanno battuto 21-15 la Scozia senza permettere neanche una una meta agli highlanders, che si limitano a cinque piazzati di Paterson. Per l'Argentina, invece, mete del "italiano" Tejada e di Tiesi, cui si aggiungono i calci di Todeschini.

  • shares
  • Mail