Lorenzo Cittadini fermo almeno sei mesi

citta.jpg

Come si era visto in diretta sabato, l'infortunio occorso a Lorenzo Cittadini, pilone del Cammi Calvisano e della nazionale italiana, è grave. Frattura scomposta di tibia e perone e un lungo periodo di recupero aspettano il giovane talento azzurro.
Il comunicato del Cammi, pur cercando di mantenere un ottimismo di fondo, non nasconde la gravità dell'infortunio e il fatto che passeranno alcuni mesi prima di poter rivedere il "Citta" in campo.

"Per rivedere in campo Lorenzo “ Citta” Cittadini bisognerà attendere almeno sei mesi. E’ la prognosi diffusa ieri dai sanitari dopo l’intervento chirurgico cui è stato sottoposto il pilone bresciano del Cammi Rugby Calvisano e della nazionale. Circa 3000 persone hanno ancora davanti agli occhi la scena dell’ambulanza che, nel primo tempo della semifinale con il Carrera Petrarca Padova è entrata in campo per portare Cittadini in ospedale. Nei minuti successivi al San Michele sono circolate le prime voci sull’entità dell’infortunio occorsogli: ”frattura scomposta e esposta a tibia e perone”. Lorenzo è stato poi operato alla clinica Nuova Poliambulanza e l’intervento si è concluso poco prima delle 23. “Ho capito subito - racconta Cittadini – che era una cosa non da poco. Però è inutile drammatizzare, sono cose che possono succedere nel rugby”. In ospedale oggi ha ricevuto la visita dei dirigenti della società e dei compagni di squadra. L’infortunio giunge in un momento in cui la carriera sportiva del pilone bresciano era a un passo da due traguardi importantissimi: una finale scudetto dopo una stagione giocata da protagonista e la tournee con la nazionale. Ora l’obiettivo principale è quello di poter essere vicino ai compagni di squadra che sabato prossimo giocheranno la finale a Monza. Ma bisognerà attendere qualche giorno per sapere. “Può darsi” si limita a rispondere Cittadini".

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: