6 Nazioni - Aspettando Inghilterra-Irlanda, cioé gli allenatori sulla panchina che scotta

WilkinsonCipriani.jpg

Per Eddie O'Sullivan e Brian Ashton quella di sabato potrebbe essere la loro ultima partita sulla panchina d'Irlanda e Inghilterra. Un 6 Nazioni fallimentare per entrambi, due formazioni che non convincono nel gioco e decisioni spesso cervellotiche hanno messo i due allenatori sulla graticola. E se per O'Sullivan il credito era già quasi esaurito dopo il pessimo Mondiale dei tutti verdi, per Ashton si tratta di un clamoroso tonfo nel fango, dopo l'incredibile finale raggiunta a ottobre a Parigi. Probabilmente una vittoria non salverà entrambi, ma quella di domani è una sfida che permetterà a uno dei due di uscire con onore dalla scena. Una sfida che non vedrà in campo i due uomini simbolo: Brian O'Driscoll e Jonny Wilkinson!

La partita più inutile della giornata, quella che forse nessuno vorrebbe giocare, ma che, in fondo, è la più importante per i quarantaquattro giocatori che scenderanno in campo. Perché l'onore arriva prima di tutto, prima dei trofei in palio e dell'applauso dei tifosi. E Inghilterra e Irlanda devono salvare l'onore. Per se stessi, per Ashton e O'Sullivan e per il torneo. Sarà una sfida all'ultimo sangue anche se non c'è nulla più in palio e sarà il match che decreterà il declino ufficiale di una delle due nazionali. Soprattutto quella irlandese, quella di O'Gara e O'Driscoll (nominato finalmente capitano il primo, assente per infortunio il secondo), che sembra destinata domani a chiudere un ciclo irripetibile, per la qualità dei suoi protagonisti, ma anche per il nulla che alla fine sono riusciti a vincere.
Dall'altra parte c'è l'Inghilterra di Danny Cipriani, del giovane ribelle che ha rubato, almeno per domani, il posto al baronetto Jonny Wilkinson. Sarà, al novantanovepercento, l'ultima partita di Brian Ashton sulla panchina dei tuttibianchi, da lunedì sarà Jack White a cercare di riportare in alto i maestri inglesi. Ma di questo parleremo in futuro, domani c'è una sfida dal sapore antico.

Inghilterra-Irlanda, Twickenham, Londra. Sabato 15, ore 16.00
Inghilterra

15 Balshaw (Gloucester); 14 Sackey, 13 Noon, 12 Flood, 11 Vainikolo; 10 Cipriani, 9 Wigglesworth; 1 Sheridan, 2 Mears, 3 Vickery, 4 Shaw, 5 Borthwick, 6 Croft, 7 Lipman, 8 Easter
In panchina: 16 Chuter, 17 Stevens, 18 Kay, 19 Haskell, 20 Hodgson, 21 Wilkinson, 22 Tait. 

Irlanda
15 Murphy; 14 Bowe, 13 Trimble, 12 Horgan, 11 Kearney; 10 O'Gara, 9 Reddan; 1 Horan, 2 Best, 3 Hayes; 4 O'Callaghan, 5 O'Connell; 6 Leamy, 7 Wallace, 8 Heaslip.
In panchina: 16 Jackman, 17 Buckley, 18 O'Driscoll, 19 Easterby, 20 Stringer, 21 Wallace, 22 Fitzgerald. 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail