Lutto per il rugby italiano, è morto Mario Lodigiani

lodigiani.jpg

E' stato trovato stamani il corpo di Mario Lodigiani, tecnico di grande valore della Federazione italiana, che ha guidato anche la Nazionale A, oltre alle selezioni giovanili. Secondo una prima ricostruzione, Lodigiani si sarebbe tolto la vita sparandosi un colpo di pistola alla testa. A trovarlo, questa mattina intorno alle 10, e' stato il figlio che da ieri sera non riusciva a mettersi in contatto con lui ed era andato a cercarlo. Nato a Siena il 5 maggio del 1947, Mario Lodigiani è stato il fautore di alcune delle più belle pagine del rugby azzurro giovanile. Sotto la sua guida sono arrivate la vittoria contro l'Inghilterra Under 19 (21-22 a Cambridge nel 1991) e quella di Kelso sulla Scozia a livello U21 (18-29 nel 1992). Dal primo marzo del 2006 aveva assunto il ruolo di Coordinatore Tecnico della FIR. Come dichiara la Fir nel comunicato che ne annuncia la scomparsa "L'Accademia "Ivan Francescato" di Tirrenia, inaugurata nel settembre dello stesso anno, è il suo lascito al movimento del rugby italiano".

  • shares
  • Mail