Super 15: Sud Africa, Southern Kings la farsa continua

Scritto da: -

Dopo la decisione di accogliere la squadra di Port Elizabeth e bocciare i Lions scattano le polemiche.

southern-kings-rabbia.jpg Contrordine compagni! Quando tutto sembrava, finalmente, sistemato, ecco che arrivano le nuove polemiche sulla decisione della Saru di iscrivere i Southern Kings al prossimo Super Rugby e di retrocedere i Lions. A essere furiosi i Leoni, ovviamente, ma anche i Re del Sud.

Se la rabbia dei Lions era scontata, meno quella dei Southern Kings. I primi, infatti, si sono tenuti una settimana per ragionare su quanto successo nelle ultime ore prima di prendere ufficialmente posizione. Ma ufficiosamente la rabbia sta crescendo e non è escluso che i Lions possano fare ricorso contro la decisione della Federazione. In particolare, a non piacere ai Lions, è la promozione senza meriti sportivi dei Southern Kings, mentre tra un anno i Leoni dovranno giocarsi sul campo il ritorno nell’elite.

E proprio lo spareggio sudafricano non va giù ai Kings. La squadra di Port Elizabeth, infatti, ha dichiarato attraverso il presidente Cheeky Watson che la decisione della Saru è “ridicola”. “Ridicola nel rugby, ridicola nel mondo degli affari, ridicola in chiesa - le parole di Watson -. Non è accettabile che una squadra venga invitata in un torneo senza la garanzia di restarci più di una stagione”.

Insomma, la telenovela Southern Kings sembra tutt’altro che finita. E la gestione della questione da parte della Saru, sincermente, fa a gara con quella italica della questione Aironi. Mal comune… ma nessun gaudio.

Commenta questa notizia sul FORUM di RUGBY 1823

 

RUGBY 1823 è anche su Facebook

RUGBY 1823 è anche su Twitter

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 3 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Rugby1823.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Sport di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano