Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

Scritto da: -

Heineken e Challenge Cup rivoluzionate nel nome di un maggior equilibrio richiesto dai club di Top 14 e Premiership. Questo il futuro del rugby europeo?

europa_rivoluzione_francese_inglese.jpg Non è certo una novità e già qualche mese fa raccontavo di come in seno all’Erc si stesse ragionando su una profonda modifica delle Coppe europee. Poi i contratti già firmati hanno fatto slittare tutto, ma tra un paio d’anni i nodi verranno al pettine. E Inghilterra e Francia iniziano a fare la voce grossa.

E la minaccia è di quelle serie: dire addio all’Heineken e alla Challenge Cup tra due anni se non cambieranno i criteri di qualificazione. Per inglesi e francesi, infatti, le Coppe europee sono troppo sbilanciate a favore dei club celtici - i quali hanno i posti pressoché garantiti -, mentre per le squadre del Top 14 e della Premiership entrare nell’Europa che conta è una sfida nella sfida.

L’obiettivo è rendere certa la qualificazione nella Heineken Cup alle prime sei classificate dei tre tornei più importanti continentali, cui si aggiungono le vincitrici delle due Coppe europee. Insomma, stop ai posti garantiti per le formazioni italiane, scozzesi e per le terze e quarte forze irlandesi e gallesi. E, soprattutto, anche i big team dovranno garantirsi l’accesso europeo e non darlo per scontato.

Una rivoluzione che, di conseguenza, colpirebbe anche il basso. Perché una Heineken Cup a 20 squadre, così come ipotizzata, significherebbe relegare le restanti realtà di Pro 12, Top 14 e Premiership nella Challenge Cup. Estromettendo le realtà inferiori, come le squadre italiane dell’Eccellenza. L’ipotesi studiata, infatti, vedrebbe due posti liberi per le formazioni delle nazioni “in via di sviluppo”, tra le quali non vi sarebbe l’Italia. Già, perché noi parteciperemmo alle Coppe Europee solo con i due club celtici.

Questo, però, è quello che vogliono Francia e Inghilterra. Ma non è proprio ciò che sogna l’Erc. Che ora avrà due anni per trovare un compromesso che non porti alla rottura, elevi (???) il livello della Heineken, ma mantenga quello spirito più globale in Challenge. Magari, come suggeritomi da Derek McGrath, amministratore delegato di ERC, a Dublino a febbraio, valutando l’ipotesi di due “superclub” provenienti dall’Eccellenza.

RUGBY 1823 è anche su Facebook

RUGBY 1823 è anche su Twitter

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 10 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    Gli Inglesi e i Francesi non hanno tutti i torti.( per non dire che hanno ragione!!) E magari noi eviteremmo pure le costanti legnate che si beccano i nostri club in Challenge Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    organizzate un altra coppa europea e pace Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    I superclub provenienti dall\'Eccellenza per me sarebbero inutili: o li si aggiunge al Pro12, magari insieme a una squadra scozzese e una gallese per creare un campionato a 16 squadre diviso in gironi (fantascienza), oppure è meglio tenersi le due celtiche e basta.A me piacerebbe vedere il calendario diviso come nell\'Emisfero sud: da settembre a dicembre giocare solo le Coppe, magari con i gironi più lunghi, da 6/8 squadre e da febbraio a giugno vedere i campionati nazionali, con meno squadre o divisi in gironi per la qualificazione alle Coppe (e con l\'eventuale retrocessione) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    Oppure, se proprio, aggiungere una terza coppa aperta ai soli club... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    Una riforma delle coppe di per sé sarebbe auspicabile, certo, senza calare le brache di fronte a inglesi e francesi. Le celtiche sono favorite perché hanno praticamente il posto garantito, senza contare che in Pro12 non c\'è retrocessione. Da ciò deriva un minore \"stress\". Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    Che poi voglio vedere se davvero mollerebbero le coppe...soprattutto i francesi con tutti i soldi che spendono per quel po\'po\' di squadre già cosi\' fanno fatica a far quadrare i bilanci Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    I francesi per me vanno incontro a un ridimensionamento terribile del loro movimento: il loro campionato è insostenibile per calendario e spesso anche per costi (vedi che bella fine ha fatto Guazzini) e tra qualche anno sono destinati a scoppiare... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    Quoto Foster\'s! , sono convinto anch\'io che Inglesi e Francesi non hanno tutti i torti.( per non dire che hanno ragione!!) E magari noi eviteremmo pure le costanti legnate che si beccano i nostri club in Challenge Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    @Foster\'s! non ha affatto torto Le franchigie italiane di Pro12 forse non partecipererebero alla coppa più prestigiosa (ma diventerebbe un motivante obiettivo), ma avrebbero in teoria più chance di qualificarsi ai quarti di una coppa (altro obiettivo che la federazione deve prefiggersi). Per me è giusto l\'allargamento alle altre nazioni quanto meno Russia, Portogallo, Georgia (e Scozia qualora lo volesse) e un aumento del numero di partecipanti alla Challenge Cup (mantenendo almeno 2 partecipanti dall\'Eccelenza più le franchigie peggio classificate dalla Pro12). La suddivisione dei posti per nazioni (tra parentesi i posti che si libererebbero in base a vittorie, mancate qualificazione dalla Pro12 etc..): Francia 6 Inghilterra 6 Pro12 6 [ Italia 2 franchigie dall\'Eccellenza  (+2 dalla Pro12 se non qualificate alla H Cup)] [*Scozia 1/2 franchigie dalla Scottish premiership per esempio i vecchi Borders Reivers e Highlanders (+2 dalla Pro12 se non qualificate alla H Cup)] [*Irlanda dipende dalla classifica di Pro12 (non più di 4)] [*Galles dipende dalla classifica di Pro12 (non più di 4)] Spagna 1 (preferibilmente franchigia) Romania 1 (preferibilmente franchigia) Portogallo 1 (preferibilmente franchigia) Russia 1 (preferibilmente franchigia) Georgia 1 (preferibilmente franchigia) + 1 wild card da assegnare ad una federazione (premio attività, sportività etc....) *Al momento i club dei campionati nazionali scozzesi e gallesi non partecipano alla challenge perchè lasciano l\'attività internazionale alle uniche formazioni con lo status da professionisti (ovvero quelle partecipanti alla Pro12). Esse disputano insieme alle squadre cadette delle provincie irlandesi e alle squadre di seconda divisione inglese una challenge cup \"alternativa\" che si chiama British & Irish cup.   Per riassumere la challenge diventerebbe una competizione ancor più internazionale e con più possibilità di risultato per nazioni come l\'Italia (teoricamente). Il numero iniziale di partecipanti potrebbe essere elevato a 28 con gironi e turni ad eliminazione diretta (magari a partire dagli ottavi con l\'aggiunta delle formazioni provenienti dai gironi di H cup). Molto dipende dalla volontà delle federazioni di investire in franchigie e farle confrontare a livello internazionale.     Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    è anche vero che l\'inghilterra porta 6-7 squadre mentre il galles ne porta 3, o la scozia 2; anche questo aspetto andrebbe rivisto allora. L\'inghilterra può farsi il suo mega campionato con 6 squadre consì non hanno lo stress di qualificarsi. Nel basket esistono le superlicenze, potrebbe essere un idea Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    Rabbidaniel penso abbia colto nel segno. Volete mettere essere un Montpellier, che si fa il mazzo per centrare tutti gli anni i play off o barrage in un campionato da 26 partite e cercare di ottimizzare le risorse (con infortuni e impegni nazionali dei propri giocatori) per cercare di ottenere il massimo anche in coppa, rispetto ad un Ospreys, che gioca un campionato con 22 gare (di cui almeno 4 di livello pro D2), senza la preoccupazione retrocessione in caso di stagione fallimentare e che può concentrare la maggior parte delle risorse nelle coppe europee? Il mondo è bello perché vario, ma A me pare che Inglesi e Francesi storcano il naso a giusta ragione. Ovviamente dispiace per noi, ma quotando \"Foster\'s\", direi che la nostra presenza in HC, non è del tutto legittima. Il tutto si risolverebbe se invece della coppa, si disputasse un campionato europeo, con 2 categorie, promozioni e retrocessioni con la vittoria di HC per la categoria superiore e Amlin per la serie \"B\". FantaRugby? Si lo è! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    @ Robert i club scozzesi e gallesi come giustamente dici non sono professionisti ew non hanno le capacita\' finanziarie per competere in una coppa europea e non credo neanche ne avrebbero voglia...soprattutto se mettessi loro contro squadre propriamente professioniste e con soldi a palate come le francesi e le inglesi di Premier che partecipano alla Challenge...per loro non avrebbe senso. La British&Irish cup e\' un livello chiarametne piu\' basso ma che di fatto e\' gia troppo per scozzesi e gallesi che difatti non arrivano praticamente mai alle semifinali. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    @ Rabbi e Lucio (ma anche altri) quello che secondo me si continua a sbagliare come atteggiamente e\' che non si capisce qual\'e\' la posizione ERC. La Erc non vede ancora questa competizione pronta per essere organizzata come una vera \"Champions League\" del rugby, perche\' il rugby come movimento in Europa non e\' ancora pronto ad essere trattato come tale, la ERC vuole una coppa internazionale comunque che rappresenti i migliori paesi europei, cioe\' quelli del 6N, per loro fare una coppa in cui non sono rappresentate tutte e 6 le nazioni del 6N ha probabilmente molto meno senso oltre che limitare i mercati che vengono toccati dalla competizione. La ERC sia per motivi sportivi che economici vuole le 6 Nazioni del 6N rappresentate. Francesi ed Inglesi possono lamentari, e senza dubbio hanno ragione su alcuni punti pero\' non raccontiamoci menate, Lcui il Montpellier per esempio semplicemente non e\' una squadra di livello (nel senso da quarti di finale-semifinale) in HC, come non lo sono Castres, Racing Metro ed almeno 10-11 delle squadre del T14, stesso discorso per le inglesi, della Premiership da top 8 in europa sono 2-3 squadre come le celtiche...ogni tanto succede la sorpresa tipo l\'Edinburgh questa stagiuone o tipo il Perpignan la scorsa stagione, squadre che arrivano alle semifinali al posto di squadre piu\' competitive (perche\' non raccontiamoci che il Perpignan fosse una squadra superiore ad altre uscite alle pools o ai quarti la scorsa stagione). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    @stefo )) infatti chiudo il mio intervento e la proposta di rinnovamento della Challenge Cup nell\'ottica di una creazione da parte delle federazioni (scozzese, italiana ma anche spagnola, russa, georgiana e portoghese) di franchigie ad hoc che svolgano un attività internazionale durante l\'arco della stagione. Un club scozzese e gallese e ancor più italiano (vedi ultime stagioni) non può competere. Una franchigia forse sì. Nel mio intervento sottolineo l\'importanza di franchigie. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    @ robert ma le franchigie, club professionistici, provincie,, regioni ci sono gia\'...nomi diversi ma stesso concetto...i club del domestic rugby non sarebbero comunque in grado di reggere economicamente...la creazione di franchigie a quel putno a meno che non sia diretta dalle federazioni diventa impossibile...poi sul Galles si puo\' parlare anche del fatto che molti dicono che uno dei problemi delle regioni e\' lo scollamento dai clubs locali e la loro storia, una franchigia dei club del domestic rugby sarebbe la stessa identica cosa...e\' una via impraticabile oggi come oggi. Senza dimenticare poi che ad esempio in Irlanda il domestic rugby e\' amatoriale, e far giocare degli amatori contro dei professionisti e\' di per se pericoloso. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    @stefo forse non hai letto bene ciò che ho scritto in precedenza ( o non mi sono spiegato chiaramente ). Ho cercato di specificare il possibile numero e le tipologie di squadre che potrebbero partecipare alla futura challenge cup nazione per nazione. Ovvero franchigie dei campionati nazionali ( o \"domestic\" come dici tu) per federazioni come Italia e Scozia (più Spagna, Georgia, Russia e Portogallo) in aggiunta alle loro franchigie di Pro12 che non riescono a qualificarsi per la Heieneken (fino a un massimo di 4 partecipanti). Per il Galles giocherebbero le GIA\' ESISTENTI franchigie regionali che non si qualificherebbero tra le prime 6 di Pro12. Lo stesso vale per le provincie irlandesi. Soltanto per Francia e Inghilterra giocherebbero i club (quelli classificatisi dal 6° posto in poi come vorrebbero). Nessuna partecipazione di club gallesi (che disputano altre competizioni con club inglesi etc..) o scozzesi nè tantomeno irlandesi (che giustamente come dici tu sono \"ufficialmente\" dilettanti). Solo franchigie già esistenti o da costituire. Per quanto riguarda le futuribili franchigie \"domestic\" italiane e scozzesi (così come quelle dei paesi europei Tier 2) certamente dovranno essere organizzate dalle rispettive federazioni col benestare dell\'ERC. Franchigia significa più solidità economica e più mezzi. Anche il livello della challenge si alzerebbe. Forse pensiamo alla stessa cosa .. ) Poi le nostre sono solo idee le decisioni le prendono altri .. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    sono favorevole, almeno le franchige italiane in challenge hanno più probabilità di fare bene è facile poi vendere un piazzamento prestigioso anche se in challenge piuttosto che brutte figure in heineken se le squadre di eccellenza non fanno le coppe è solo meglio Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 18 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    JJ, se all\'eccellenza togliamo anche la CC cosa resta? niente un campionato amatoriale e così il rugby muore per carestia. Occorre puntare,invece,a rigenerare il nostro torneo senza regalare i soldi della federazione a pioggia e senza un piano preciso se non quello : ti do i soldi per ogni punto che fai ovvero : caro cavallo ti do una zolletta di zucchero se fai un gioco da circo; questo è il livello della BECERAZIONE Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 19 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    Beh veramente Duccio se ricordi McGrath non vedeva di buon occhio l\'idea di superclub/selezioni dell\'eccellenza, anzi aveva espresso riserve al riguardo...non mi era sembrato in quel meeting e chiacchierata che le vedesse per nulla di buon occhio come soluzione. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 20 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    @ robert non so non credo neanche gli scozzesi siano in grado di creare delle selezioni/franchigie senza un input economico federale e credo che anche in Scozia il domestic rugby sia di fatto amatoriale...e non so neanche quanto interesse hanno a farlo dal punto di vista finanziario...prima di arrivare a quello se la SRU decide di investire di piu\' punteranno ad una terza squadra professionistica vera da aggiungere alla CL...che poi magari giochi la challenge in base a come si qualifica nel Pro12. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 21 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    @ Gino il tuo discorso non e\' sbagliato ma guardiamo in faccia la realta\', la aprtecipazione alla challenge delle italiane e\' quasi indifendibile, mandano in campo squadre lontane dalla miglior formazione (ed e\' una maniera gentile di dire la cosa) e se ne fregano alla grande, interessa solo ritirare alla cassa i soldi...diciamoci la verita\' al di la\' delle figure misere che fanno mancano di rispetto alla competizione ed ai loro organizzatori. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 22 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    Purtroppo l\'Ecccellenza è un ibrido, è incerto anche il numero delle squadre che la comporranno l\'anno prossimo. L\'Italia, inoltre, è l\'unico paese che mandi squadre di secondo piano in coppa. Con l\'avvento del Pro12 e la depauperizzazione del livello tecnico dell\'Eccellenza i risultati si vedono. Non credo ci siano ricette magiche, forse si dovrebbero collegare di più i club d\'Eccellenza con le celtiche. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 23 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    HEINEKEN CUP Inghilterra e francia:prime 4 Celtiche:prime 6 Italia:campione d\'Italia ,Campione di Galles,Campione d\'Irlanda,Campione di Scozia,Detentore Heineken e Challenge cup Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 24 su Coppe Europee: arriva l'ultimatum di Francia e Inghilterra

    Posted by:

    Le franchigie Italiane devono essere create in base ad una posizione geografica e le quote ce le devono avere le migliori squadre della determinata zona per me le franchiglie devono essere così: La benetton indiscussa potenza rugbystica italiana con percentuale di tutte le squadre venete (ce ne sono in abbonanza) e una franchigia tipo gli Aironi (finanziata da sponsor pesanti no da Dondi e la federazione) chiamata tipo:Nord Italia Rugby o Pianura Padana italian rugby con le percentuali delle migliori squadre della pianura padana (maggioranza a Viadana e Calvisano). Forse così le squadre ricche e forti diventano due. Scritto il Date —