Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

Scritto da: -

Si è concluso l'incontro tra il presidente Dondi, Silvano Melegari e l'assessore Maccari per discutere del futuro del club di Viadana.

Immagine di anteprima per Immagine di anteprima per Immagine di anteprima per Immagine di anteprima per Immagine di anteprima per Immagine di anteprima per melegari_bandiera_bianca.jpgUn comunicato che parla di passi avanti, della volontà delle parti di trovare una soluzione. Pur rimanendo ognuno sulle proprie posizioni. Un comunicato congiunto e pubblicato da Il Grillotalpa nel quale si ipotizza un “Aironi bis” al quale il club starebbe lavorando e da presentare - presumibilmente - entro mercoledì.

Si è tenuto oggi a Palazzo Lombardia il tavolo indetto per discutere della situazione relativa ai diritti sportivi della franchigia Aironi Italian Rugby- Erano presenti l’assessore regionale Carlo Maccari, il Presidente della Federazione Italiana Rugby Giancarlo Dondi, il Presidente della società Rugby Aironi Silvano Melegari, il Sindaco di Viadana Giorgio Penazzi, i consiglieri Regionali Claudio Bottari e Giovanni Pavesi.

Le parti, pur mantenendo le rispettive posizioni, a tutti note, relative alla vicenda, ribadiscono la volontà di continuare a lavorare in questi giorni per trovare una soluzione che permetta alla Franchigia degli Aironi di continuare la propria attività a Viadana, tutelando in questo modo gli importanti investimenti a suo tempo messi in campo.

Obiettivo comune, quello di permettere il verificarsi delle condizioni affinchè la società Aironi, che sta lavorando a un piano di contenimento dei costi di gestione, possa ripresentare la propria candidatura per l’assegnazione della licenza Celtic League a pochi giorni dalla scadenza del Bando indetto dalla Federazione Italiana Rugby.

Regione Lombardia conferma la volontà, qualora si verificassero le suddette condizioni, di rispettare gli impegni e gli investimenti sulle strutture e la logistica siglati nel 2010.

Vota l'articolo:
3.89 su 5.00 basato su 9 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Praticamente invece che farla a Parma, Monza o chissàdove, la squadra federale resta a Viadana, con lo staff tecnico della FIR e i soldi di FIR e Melegari... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Il tavolo era: Regione Lombardia, FIR, Aironi. Questo deve essere ben chiaro e questo vuol dire che se la cosa trova una conclusione poisitiva, almeno un punto fermo viene stabilito: è stato definitivamente tagliato il cordone ombelicale con le \"parmigiane\".     Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    ma per fare collaborazione fra fir e societa\' bisogna che ci siano sempre dei problemi ? dico e\' mai possibile che non si riesca a collaborare sempre ? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Ma toh, chi l\'avrebbe mai detto, eh.   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    L\'impressione è che la FIR ha volutamente forzato la mano e Melegari ha calato le braghe, sarà, se non di nome di fatto,  franchigia federale a Viadana, d\'altra parte  certe voci tipo Monza mi  fanno ridere, MA CON COSA LA FAI UNA FRANCHIGIA A MONZA DOVE DEVI LITIGARE PER LO STADIO E IN PIU\' NON HAI CAMPI D\'ALLENAMENTO, NON HAI LOGISTICA E, SOPRA TUTTO, NON HAI IL PUBBLICO. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    TOH CHI SI RIVEDE.....PAREGA Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Tarallucci e vino, se così sarà risparmiamoci il solito comunicato patetico, dimissioni istantanee di chi ha sbagliato. Ma è mai possibile che una società viene cancellata all\'unanimità e poi torna in gioco? Poi questo comunicato è assurdo, sarebbe in ogni caso una agevolazione verso gli Aironi a danno se mai ci saranno di eventuali altri candidati. Da estimatore Aironi avrei preferito una lotta per ottenere quello che mi spetta di diritto invece di un calare le braghe davanti a chi ha sbagliato che inoltre passa come benefattore Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    A volte su questo blog si leggono delle notizie che non hanno alcun senso, vediamo di fare il punto cercando di essere obbiettivi: 1) Benetton, ha i mezzi tecnici, le conoscienze e i soldi per fare una franchigia, ho detto franchigia volutamente perchè Mogliano è lì vicina e non dico altro... 2) Monza, Torino, e probabilmente anche Parma sono delle belle favole da raccontare ai bambini, non a mè che ne ho 50... 3) Roma sarebbe il posto ideale ma (e non si offenda nessuno perche non parlo della gente) ci sono i \"Romani\"... 4) Prato mi sembra troppo \"giovane\" e Calvisano ha tutto ma non ha lo Stadio... 5) Rimane Solo Viadana quindi dove la fai la franchigia?...  6) Viadana è un \"Paesone della bassa\" così come Calvisano e questo alla lunga... 7) Viadana ha guardato oltre il Pò ma oltre il Pò c\'è Brescello, il paese di Don Camillo, non Parma, 30 km a nord andava trovato l\'accordo...   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    troppa politica nello sport italiano , troppa politica nel rugby in italia a discapito dell\'esigenze reali , e , questo caso ne e\' l\'esempio piu\' lampante Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Gianangelo Viadana ha fatto bene a guardare sotto il Po perchè guardare ai parmigiani era la cosa ideale, solo che come a Roma ci sono i romani, a Parma abbiamo i parmigiani... Comunque adesso dimentichiamo ma se vediamo il comportamento degli Aironi è stato impeccabile, ha provato ad andare a giocare nei dintorni di Milano con prezzi competitivi e buona promozione ma i tifosi alla fine sono sempre stati i soliti che si sono presi su con l\'auto e fatta 1 ora e mezza di auto (a questo punto cade un\'altra certezza, chi si vantava di essere stato l\'artefice ad aver portato 12 mila persone allo stadio per la finale scudetto di alcuni anni fa evidentemente non aveva poi tutti quei meriti visto che coinvolto con gli Aironi non ha fatto nulla) sono arrivati al Brianteo, ricordiamo poi che a Viadana lo scorso anno venivano pullman di tifosi da mezza Italia e abbonati fin da Roma e questo vuol dire che il lavoro di promozione è stato ben fatto. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @ Maurizio e chiudo il discorso: Viadana ha gestito molto bene la sua partecipazione \"logistica\" alla Celtic e su questo sono d\'accordo. Ha però fatto male i conti, è vero che il Montepaschi é scappato come un coniglio ma le \"Parmensi\" erano già nella M...a e al massimo potevano portare debiti non soldini. Sei convinto che Viadana abbia fatto bene a guardare oltre il Po\'? Io no\' e i fatti mi stanno dando ragione. Comunque sia un dato di fatto c\'è Viadana in caso di accordo diventa franchigia FIR e se la FIR troverà di meglio Viadana perderà la Celtic. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @maurizio   le presenze al brianteo erano in grandissima parte \"locali\", non diciamo boiate per favore. Io sono abbonato agli Aironi e per gran parte della stagione allo zaffanella si è navigato in area 2000 presenze, moooolto al di sotto di quanto visto a monza, dove ho incontrato gente di decine di squadre del milanese, piemonte etc etc....6mila spettatori alla terza di HC dopo i risultati disastrosi delle prime partite pensi che a Viadana li avremmo avuti? non c\'erano nemmeno i miclas a quella partita, dai... per la partita col Leicester da viadana un po\' di pullman son partiti, per le seguenti? uno? due? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Gianangelo bastava solo non entrassero le società alla canna del gas che han fatto solo dei danni e remato contro, debiti non ne hanno portato mentre gli sponsor volendo potevano portarli ma non hanno voluto, amatori parma e colorno escluse, ovvero le fondatrici insieme a mantova e viadana. Da sotto il po inoltre vengono buona parte dei tifosi. Sopra il po solo una società sarebbe potuta entrare (anche se all\'epoca in crisi una partecipazione agli aironi poteva concederla) ma anche li esistono i viadanesi e i calvini quindi nulla si può fare. Per la parte finale del tuo intervento anche io la penso così ma purtroppo l\'alternativa sembra non esserci nell\'immediato serve tempo per costruire le infrastrutture e il prossimo anno si assisterà nuovamente ad una campagna contro gli aironi per preparare la loro uscita di scena, serve a qualcosa questo comportamento federale? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Bonds bastava guardare i pullman e le targe delle auto nel parcheggio e ho detto tutto, purtroppo esperienza di Monza è stata fallimentare e poi alla terza partita le presenze non erano 6 mila ma molte meno, solo la prima partita il numero dei tifosi era accettabile Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    La formula trovata quest\'anno con le partite di HC a Monza ha consentito un piccolo allargamento di interesse verso il pubblico milanese. L\'ideale sarebbe la rotazione delle partite in  2 o 3 città (Viadana, Calvisano/Brescia, Monza) ma la Celtic non lo consente (questa è stata una con-causa della defezione degli sponsor parmigiani). Finchè la Lombardia supporta il progetto conviene continuare nel territorio e provare ad attrarre risorse economiche e pubblico dall\'area milanese-brianzola. Sopportando il \"commissaramento\" e i tecnici FIR.... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Fabel non è stata una concausa della defezione dei parmigiani perchè ricordiamo che Melegari ha provato fino all\'ultimo a giocare a Parma prima al tardini trovando però l\'opposione del gestore dello stadio ovvero il bresciano Ghirardi presidente del parma calcio. A questo punto con l\'assenso della rugby parma, dell\'amatori parma e dell\'assessore allo sport di parma si è provato a giocare al 25 aprile per le coppe con una deroga (lo stadio non è a norma per gli incontri internazionali) ma ha trovato la forte opposione di frati, del noceto, dei crociati e soprattutto di luigi giuseppe villani, presidente crociati ed ex sindaco ombra di parma da sempre contro gli aironi. Gli sponsor di parma, alcuni hanno lasciato, altri sono andati a reggio e altri sono stati lasciati andare (di proposito?) dalle parti che hanno trattato (rugby parma?) come parmigiano reggiano, prosciutto di parma ed altri Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @ maurizio il dato ufficiale, a memoria, era 5.800 presenze per la terza partita...troppo poche? certo, ma già un miracolo visti i risultati, che non aiutano ad attirare spettatori...ed allo Zaffanella nemmeno ci starebbero 5.800 persone...e sulla provenienza degli spettatori, se i viadanesi non vanno nemmeno alle partite casalinghe (ti ripeto: in CL lo stadio è stato quasi sempre vuoto...leggi sul sito della rabo il numero di spettatori), come hai fatto a vederne così tanti a Monza? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 18 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Se Viadana non avesse coinvolto le parmigiane, gli Aironi sarebbero rimasti per sempre nel guscio... La presenza delle parmigiane era vitale ed essenziale per il progetto. Non c\'entra nulla il fatto che successivamente la loro presenza sia diventata esiziale, Dondi senza di loro non gli avrebbe mai dato la licenza. (E così intanto ho usato la parola \"esiziale\" che mi fa sembrare colto...) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 19 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Bonds io allo Zaffanella ci vado e vedo che la tribuna miclas è sempre piena, la tribuna dietro i pali piena a metà in genere, quella più vecchia mezza vuota semplicemente perchè i posti sono i più costosi poi bisogna contare le persone lungo il campo, insomma lo stadio pieno più di metà e se calcoliamo una capienza di 5500 spettatori diciamo che un numero tra i 2500 e i 300 è reale. Per i dati ci sono società che li gonfiano e altre che ne indicano di meno, se non sbaglio Monigo tiene ufficialmente 7000 spettatori, lo scorso anno non trovavi un posto a sedere nemmeno con la pioggia ma se andiamo a vedere i dati ufficiali gli spettatori erano sempre 4 mila. Comunque ripeto a Monza si poteva fare di più, la promozione c\'è stata, i biglietti partivano da 5 euro, tanta gente veniva da fuori e in totale 4921 spettatori, dato diverso dal tuo Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 20 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @Maurizio: come devo aver già scritto, anche per il Tardini è stato il fattore V, non il Parma calcio. Della serie: più che distruggere, non so fare (come per la demenziale cittadella del rugby). Ora il Capitano qualcosa di buono lo sta facendo e, con le elezioni, il fattore V può anche essere spazzato via. Sul merito, era evidente che la FIR avesse pisciato fuori dal vaso, comanda in Ovalia, mica in Italia. Stimo Gajan meno di Asterix ma, se sarà il suo braccio destro, dargli una celtica sta nella logica per come siamo abborracciati. Una logica demenziale, ma tant\'è. Saranno comunque due anni di lavoro buttati via. Facciamo la nostra porca figura con i falchetti, poi si vedrà.   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 21 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Bortolino\'s è vero che villani non voleva ma in ogni cosa penso il comune potesse poco (l\'assessore Ghiretti, uomo di sport vicino al rugby era in giunta ma anche lui poco ha potuto) perchè la situazione del Tardini è peggiore rispetto a quella di Milano del Meazza visto che Ghirardi ha l\'uso esclusivo dello stadio per una marea di anni quindi volendo non potremmo nemmeno organizzare un concerto estivo, a meno di rispolverare il lascito di Ennio Tardini dove lo stadio era a disponibilità non solo del calcio. Gajan a me piace ma quello che mi da fastidio in Italia è la puntuale ignoranza dei meriti delle persone, Troncon solo per essere stato un ottimo giocatore senza aver fatto nessuna gavetta è stato messo in nazionale dove si è distinto per non aver fatto nulla e poi scaricato viene parcheggiato negli aironi che dovrebbero essere, come treviso, il passo appena inferiore alla nazionale. Degli altri nomi che sono circolati si nota Sgorlon, nipote di un procuratore con il percorso simile a quello di Troncon in nazionale mentre Orlandi, l\'unico che in silenzio ha ottenuto risultati e ha lavorato, non viene nemmeno preso in considerazione, spero solo che sia perchè resterà nello staff di Brunel. Bortolino\'s, pensa poi se venisse riciclato il baffo anche se sembra rimanere in accademia Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 22 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @ maurizio contro Clermont erano 4.921 come dici tu, hai ragione, i 6mila circa erano contro Ulster (6.050), mentre 8.151 il numero di paganti contro Leicester. In CL, il record di spettatori paganti della stagione è 3.326 nel derby, seguito dal 3.300 (circa) dello scorso turno, poi tre partite da 3.000, 2.700, 2.500 (2 volte), 2.200 e 2.100. (circa 2.750 di media partita).   La Benetton ha fatto un minimo di 3.000 ed un massimo di 4.700, con la media stagionale appena sopra 4.000 (incluse le tre di HC con4k-4.5k). Lo sapranno quanto biglietti han venduto, mai sentito di squadre che mentono al ribasso.   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 23 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @maurizio, ma se arriva la federale, con Melegari poco piu\' che uno sponsor, e staff tecnico tutto FIR, tu allo stadio ci vai (pur non essendo la situazione ideale)? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 24 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Non saprei, i pasticci all’italiana non mi piacciono, perché dovrei andare a vedere una squadra specchio di compromessi e giochi politici? Se sarà come si dice come mai dobbiamo avere lo staff fir pagato dalla fir mentre non possiamo avere uno staff di gradimento federale? Dal punto di vista economico cambia poco o nulla perché in ogni caso paga sempre la fir quindi se gli Aironi hanno i soldi che continuino, se non hanno soldi che lascino. Alla fine tutto sto casino per sistemare delle poltrone…. A meno di Troncon che ti trova dei nuovi sponsor…. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 25 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @maurizio, capisco la differenza tra un tecnico che ti scegli tu ed uno che ti viene imposto. Pero\' io non vedo tanta differenza tra il criterio di selezione di Troncon e quello di Moretti, per quanto sono daccordo che la promozione di Troncon (ma allora anche quella di Moretti) sia stata affrettata. se prendi il curriculum di Troncon cmq vedrai 5 anni di esperienza internazionale, con alcuni dei tecnici piu\' preparati sulla piazza, ed esperienza di giocatore anche in Francia, dove si spera abbia imparato qualcosa. ribadisco, non basta il CV per fare un buon allenatore, bisogna anche vedere come comunica e motiva, pero\' se ti fermi al CV penso che Troncon per fare l\'assistente in squadre di bassa classifica di Pro12 ce l\'abbia. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 26 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Peppe stiamo parlando di chi dovrebbe preparare i giocatori per la nazionale, parliamo di una persona di cui non si parla mai, parliamo di Goosen, esperienza da allenatore pari a zero ma trovami una persona che ne parli male, io ti posso fare un elenco di chi ne parla bene ma non ho tempo perché sarebbe troppo lungo. Facciamo il confronto Troncon - Goosen, il secondo ha già risultati mentre l’altro nonostanze l’esperienza come secondo in nazionale non ha portato nessun valore aggiunto. Il confronto Moretti – Troncon non è propriamente corretto perché allenano due reparti differenti ma perché allora non trovare un altro diverso da Moretti ma che ha dimostrato di saper lavorare? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 27 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @Maurizio: infatti Goosen sta in staff a Treviso, mica in FIR:-)   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 28 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @maurizio, penso che goosen sara\' il prossimo allenatore della Benetton, forse gia\' dalla stagione dopo la prossima se il calo si ripete. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 29 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    Peppe ma cosa pretendiamo da Treviso? Dai giocatori di livello non ne abbiamo tantissimi, su dieci giovani interessanti solo uno è pronto per l\'alto livello, lo stesso che nelle altre nazioni non è pronto su 10 giovani. Smith ha ben lavorato in questi anni e ha lanciato vari giovani, tutti a Treviso hanno fatto un salto di qualità, per le vittorie federazione permettendo c\'è tempo Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 30 su Affari italiani: Aironi, Fir e Lombardia alla ricerca di una soluzione

    Posted by:

    @maurizio, non si pretende niente, ed i risultati fino ad oggi sono molto positivi. pero\' ci sono delle cose che potrebbero essere, e sembrano migliorabili in tutte le situazioni. Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Rugby1823.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Sport di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano