Sport&Storia - Quando gli anni di piombo giocavano a rugby

Scritto da: -

san_benedetto.jpg Si parla spesso di come la politica inquini lo sport. Lo si vede ogni giorno, dalle realtà più piccole a quelle dove ruotano interessi milionari. Ma a San Benedetto del Tronto, tanti anni fa, il rugby e la politica erano, per assurdo, la stessa cosa. Nel pieno degli anni di piombo, infatti, la palla ovale divenne un modo “lecito” per picchiarsi tra fasci e compagni.

 

Il rugby a San Benedetto del Tronto arrivò, infatti, in pieni anni Sessanta e fu il viatico sportivo per dividere la città tra rossi e neri. Come mi raccontano due amici rivieraschi che quegli anni li vissero da bambini, Stefano Panella e Giovanni Menzietti: “il perché va cercato nella necessità degli estremisti di allora di spiegarsi con le mani, senza l’intervento delle forze dell’ordine che interrompevano le discussioni sempre sul più bello”.

Addirittura, negli anni ‘70, nacquero due squadre: la Fiamma e la Stella Rossa. Non è difficile capire gli schieramenti politici che vi erano alle spalle e chi frequentava le due società. I primi a vedere la luce furono i colori della Fiamma, cui seguì, ovviamente, la nascita della Stella Rossa. Come mi ha raccontato sempre Stefano dalle due rose uscirono molti ragazzi poi tristemente finiti nelle cronache nere, tra Brigate Rosse (divenute celebri per il sequesto e l’uccisione di Roberto Peci) e Trame Nere. Come si può vedere nei documenti dell’epoca che ripropongo qui.

Eppure, al di là dello scontro politico, delle divisioni e degli odi, quello fu il germoglio della palla ovale a San Benedetto del Tronto. Chi scendeva in campo, che vestisse i colori della Fiamma o quelli della Stella Rossa, lo faceva per amore verso il rugby. Le sfide erano dure, certo, ma piene di passione che era ben altro rispetto agli odi politici. E la dimostrazione è che molti di coloro che in quegli anni scesero in campo, alla fine, abbandonarono la lotta politica, ma non abbandonarono mai la palla ovale. Continuando a perseverare in quell’amore che, forse, era nato per ideologia, ma che sui campi fangosi si era trasformato in filosofia e amore.

Di San Benedetto, della sua storia ovale ma anche del suo oggi rugbistico, ancora una volta diviso e lacerato, tornerò a parlare presto. Per ora facciamo un, tragico, tuffo nel passato.

convocazioneFiamma1.jpg convocazioneFiamma2.jpg volantino Stella ROSSA.jpg

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Sport&Storia - Quando gli anni di piombo giocavano a rugby

    Posted by:

      bel reportage Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Sport&Storia - Quando gli anni di piombo giocavano a rugby

    Posted by:

    Che bella storia! Io sono per la Stella Rossa, però devo dire che questo è un bel servizio. Non bisogna demonizzare la politica, quando questa è passione ed è disinteressata (è raro ma a volte succede) è una cosa bella. Io penso che, piaccia o no, tutto è politica. Se non t\'interessi di politica, comunque la politica s\'interessa di te. W il Rugby, e anche la politica (non tutta). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Sport&Storia - Quando gli anni di piombo giocavano a rugby

    Posted by:

    Ciao io sono di Padova!! figurati cos\'era a quei tempi! Giocavo col Petrarca e l\'altra squadra di Padova era il CUS : Petrarca i conservatori pretaioli (Ma in realtà c\'era di tutto un pò) il CUS storicamente avversario acerrimo in quanto la maggior parte dei giocatori di \"opposta fede\" ma , ironia della sorte, sino a poco prima della sua tragica scomparsa, allenava il CUS Graziano Giralucci, ucciso dalle BR nella sede dell\'MSI di Padova. Ci univa una grande fede il RUGBY. Politicamente anni irripetibili ,da non ripetere. Rugbysticamente ,visti col senno di poi, anni ancora pionieristici: tanto fango e tanti film guardati con proiettori da 16 mm e soprattutto tanti sogni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Sport&Storia - Quando gli anni di piombo giocavano a rugby

    Posted by:

    Scusate se reintervengo : 1973 ALL BLACK  vs BARBARIANS : Senza Parole!!!!!!!!!!!!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Sport&Storia - Quando gli anni di piombo giocavano a rugby

    Posted by:

    Per vs conoscenza, anche a Trieste, negli anni 60-70 avevamo(era la mia società) un squadra Fiamma e siamo arrivati sino ai primi posti della B negli anni\'70. la \"casa madre\" era a Roma e, naturalmente, era sovvenzionata dall\'ex MSI, curiosamente più della metà dei giocatori erano operai di Monfalcone di inossidabile fede \"rossa\". probabilmente, oggi sarebbe impossibile una cosa del genere Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Sport&Storia - Quando gli anni di piombo giocavano a rugby

    Posted by:

    IO TENGO X LA FIAMMA.. CMQ FORZA IL RUGBY Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Sport&Storia - Quando gli anni di piombo giocavano a rugby

    Posted by:

    però vorrei capire una cosa: al fischio finale erano fratelli, facevano il terzo tempo o continuavano a menarsi ed odiarsi pure negli spogliatoi? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Sport&Storia - Quando gli anni di piombo giocavano a rugby

    Posted by:

    Sinceramente, a me tutti questi elogi e ricordi da bei tempi andati mettono i brividi: stiamo parlando degli anni di piombo, anni in cui la politica era una scusa per picchiarsi e ammazzarsi a vicenda - o, peggio, ammazzare ignari innocenti - in cui più volte si è rischiato il collasso delle istituzioni democratiche, in cui destra e sinistra erano raccoglitori di ideologie totalizzanti dinanzi alle quali l\'essere umano perdeva ogni individualità e dignità personale. Giusto per essere chiaro fin dall\'inizio: tanta gente, sicuramente la maggior parte, operava in modo onesto e dignitoso, ma ciò non toglie il fatto che non si può guardare a quegli anni bui e rimpiangerli come se, tutto sommato, fossero epici ed eroici. Pur con tutti i problemi e il marcio che impera oggigiorno, di sicuro ci siamo liberati di quel modo di fare politica da \"guerra fredda\". Per me che non appartengo a quella generazione - se non di striscio - è un enorme passo in avanti, così come per molti che quel periodo lo hanno vissuto, giudicato e archiviato. Scusate lo sfogo, ma sapere che chi di quel clima oppressivo e opprimente ne è stato parte attiva e oggi o è ancora senza un volto o si sta godendo il sole, le spiagge e la libertà in Brasile facendosi beffe della giustizia, be\'... proprio non mi va giù e il rugby, mi dispiace, non basta ad addolcire o riabilitare anni di odio ed esasperazione. Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Rugby1823.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Sport di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano